cucù. haiku – 164

tra i boschi il cucù

ripete l’haiku.

mai più è mai più.

12 commenti

    • mi hai spinto ad una ricerca che ha riaperto un canale alla memoria: ma quando ho letto Il corvo di Poe esattamente? certo, lo avevo quasi completamente dimenticato.

      l’identità non è voluta, sotto forma di citazione consapevole, ma non credo sia neppure una mera coincidenza: probabilmente è l’uso di una memoria stratificata e diventata oscura.

      certo che la “coincidenza” o – dilla pure in termini junghiani – consonantia (in latino, poi reso con sincronicità) getta su questi poverissimi versi una ri-sonanza davvero profonda, più di quanto la mia mente cosciente non fosse consapevole di dire.

      "Mi piace"

      • Penso di avertelo già detto una volta, ma Eco (con cui sono d’accordo) sosteneva che esistono 3 tipi di citazione (che poi in realtà sono 2):
        1. quella consapevole;
        2. quella che l’autore fa non sapendo di star citando;
        3 quella in cui la citazione “si aggira nell’aria”, per cui l’autore ha l’impressione di star citando, ma non sa bene cosa.
        Penso che qui siamo bel caso 3.

        "Mi piace"

        • no, certamente non è un caso 3, perché non avevo proprio l’impressione di citare un bel niente, e se l’avessi avuta, probabilmente avrei cambiato qualcosa pur di non farlo; questa mezza sciocchezzuola non voleva proprio avere la minima pretesa letteraria e forse il riferimento all’haiku questa volta era sarcastico, dato che la forma è vistosamente difforme.

          piuttosto penso che mai più sia una combinazione di parole talmente comune che può rimandare tanto a Poe, che l’ha vistosamente valorizzata, ma anche a molti altri autori. semmai, infatti, sarebbe più probabile un riferimento a “Il mio nome è mai più”, la canzone del 1999 di Ligabue, Jovanotti e Pelù, anche se poi, a parte il ritornello non la conosco neppure bene – ma loro stavano citando Poe? vai a saperlo…

          Pascoli nella poesia L’assiuolo, gioca molto riproducendo varie volte il verso di questo uccello con chiù, che poi nel dialetto napoletano significa appunto mai più: semmai una suggestione inconsapevole potrebbe venire molto più facilmente da qui, visto che quando insegnavo mi è capitato di occuparmene alcune volte.

          Eco sta parlando di citazione, cioè della volontà di dire qualcosa rimandando a qualcos’altro; qui mancava la volontà di citare; quindi siamo di fronte non ad una vera citazione, ma ad un’eco inconsapevole, e appunto per questo forse di qualcosa che circola nell’aria tra Poe, Pascoli e cantautori moderni.

          "Mi piace"

            • ahah, vedo che riusciamo ad essere in dissenso anche sul concetto di citazione.
              io penso che la citazione, per essere tale, debba essere intenzionale nell’autore; la cosa è chiara perfino ortograficamente: si ha una citazione, in uno scritto, quando chi scrive usa le virgolette; poi, chiaramente, come dice Eco, quando cito posso mettere tra virgolette qualche parola anche se non so esattamente di chi è.
              altrimenti è un riecheggiamento, che secondo me rimane un concetto diverso.
              io qui le virgolette non le ho messe; questo non esclude che nel mio pesudo-haiku mai più possa diventare una citazione: ma in questo caso è una citazione del lettore, non dell’autore.
              la citazione del lettore (citazione del primo tipo, ma forse anche del terzo) ha arricchito potentemente il mio testo, ma il merito è tutto del lettore; di suo l’autore ci ha messo soltanto un lessico talmente povero da diventare facilmente polivalente.
              siamo comunque nel campo della polisemia che caratterizza il linguaggio poetico almeno come scelta intenzionale, anche quando non ha nulla di specificamente poetico, come in questo caso.

              – rendendomi conto di quanto sono verboso in questa risposta – e non solo, vorrei sintetizzare così: ma un riecheggiamento non è necessariamente una citazione e in questo caso non lo è.

              "Mi piace"

    • inutile aggiungere chi mi ha dato la spinta a scrivere un altro dei miei haiku impropri…

      ovviamente tu e la notizia che hai dato sul tuo blog che anche quelli di Borges non erano proprio puri… 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...