può esserci un Trattato di pace arabo con Israele e contro i palestinesi? – 349

ero stato troppo scettico sui tempi della sigla effettiva di un accordo tra Israele ed Emirati Arabi Uniti: https://corpus2020.wordpress.com/2020/08/15/beirut-e-esplosa-e-gli-emirati-arabi-riconoscono-israele-che-coincidenza-282/; meno di un mese è bastato per arrivare alla sigla di un atto formale, che viene definito Trattato di pace, anche se non c’era guerra, ed è il riconoscimento di Israele, di questo stato di Israele, da parte degli Emirati.

anzi nel frattempo si è aggiunto anche il Bahrein, un altro emirato, indipendente, che non fa parte dell’Unione degli altri sette.

restano fuori, al momento, Kuwait ed Oman, ma potrebbe non essere per molto, e Qatar, che invece certamente non aderirà, visto che è stretto alleato dell’Iran ed ostile agli altri emirati del Golfo Persico.

del resto, se l’Egitto riconobbe Israele già col Trattato di pace del 1979 (e il primo ministro Sadat vinse il nobel, ma pagò poco dopo questa scelta con la vita, in un attentato) e da allora tra i due paesi ci sono normali relazioni diplomatiche, così come anche tra Giordania e Israele dal 1994 (senza che Egitto o Giordania abbiano influito in alcun modo sulle scelte politiche israeliane e sulla continua espansione dei coloni ebrei ai danni della popolazione araba originaria). ora si dice che anche Marocco e Sudan potrebbero aggiungersi sulla stessa strada, fino a delineare un nuovo quadro politico nel Medio Oriente, nel quale la maggioranza dei paesi arabi abbia riconosciuto Israele e stabilito relazioni diplomatiche con esso.

l’Arabia Saudita rimane sullo sfondo: approva, ma per il momento non aderisce, per evitare contraccolpi interni.

quanto alla Turchia, che riconobbe Israele sin dalla sua fondazione nel 1949, è oggi molto ostile a queste scelte, che appaiono dirette anche contro di lei, oltre che contro l’Iran; del resto è in atto un braccio di ferro occulto fra Arabia Saudita e Turchia per il ruolo egemone nel mondo dell’islam sunnita.

contrariamente alle attese, peraltro, questa mossa potrebbe radicalizzare il conflitto in Medio Oriente, anziché aiutare a risolverlo.

. . .

non ho trovato in rete il testo completo del Trattato, ma solo una sintesi abbastanza accurata:

https://www.agenzianova.com/a/5f625fc53183d1.18470876/3101916/2020-09-16/medio-oriente-ecco-tutti-i-punti-del-trattato-di-pace-fra-israele-ed-emirati/linked

la sospensione del piano israeliano di annessione della Palestina araba era presente nella dichiarazione di intenti di un mese fa (ma notate bene che la parola che si usava non era rinuncia, ma soltanto sospensione).

spero di sbagliarmi, ma non ho trovato da nessuna parte più nel Trattato vero e proprio l’impegno di Israele a sospendere l’annessione della Palestina araba.

e detto questo, è detto tutto.

sono bene in evidenza, invece, le prospettive di stabilità e di collaborazione economica: la molta retorica pacifista e umanitaria non nasconde la prevalenza di questo fattore nelle scelte.

di fatto i palestinesi sono lasciati al loro incerto destino.

4 commenti

  1. Gli arabi si sono accorti che i palestinesi sono poveri, non hanno petrolio, e creano solo grane. Di fatto sono stati scaricati.
    Chissà cosa pensano di questo trattato gli arabi del popolo, quelli che sono nati odiando israele.

    "Mi piace"

    • l’odio degli arabi palestinesi per Israele che li ha cacciati dalla loro terra è più che giustificato; vorrei vedere succedesse qualche cosa del genere a noi…

      il problema è che la stragrande maggioranza degli arabi non è palestinese, e la solidarietà non è molto di moda di questi tempi.

      negli eMIRATI CI SONO 8 MILIONI E MEZZO DI IMMIGRATI E UN MILIONE E MEZZO DI ARABI: OVVIO CHE LA SITUAZIONE DI QUESTO PAESE NoN fa troppo testo (ops, le maiuscole…):

      "Mi piace"

  2. “Le parti si impegnano a forgiare una comprensione reciproca, il rispetto, la coesistenza e una cultura della pace tra le loro società nello spirito del loro antenato comune, Abramo, e la nuova era di relazioni avviate dal trattato.”
    Questa di Abramo non me la aspettavo. Pensavo Israele fosse uno stato laico.

    "Mi piace"

    • guarda che è da molto molto tempo che ha smesso di fingere di esserlo: i partiti ultra-ortodossi sono da tempo al governo: il rispetto rigoroso del sabato è legge da decenni e lo so per testimonianza diretta di un amico che visse lì qualche tempo fa e che lo trovava insopportabile.
      addirittura i giovani ultra-ortodossi sono esenti dal servizio militare, perché la bibbia ebraica, come è noto, è molto pacifista, ahha.

      questo trattato è stato addirittura chiamato dalle parti “il trattato di Abramo”, progenitore comune di arabi ed ebrei, che sempre della stessa stirpe sono, in effetti, o almeno gli ebrei originari.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...