Frankfurt. 13 luglio 2004 – quando si poteva viaggiare. 47

questa serie di video miei sui viaggi (e non solo) del 2004 è diventata una sistemazione delle mie riprese di quell’anno e un viaggio nella memoria, senza che ne avessi una volontà precisa.

questo spiega la ripresa che ora faccio di alcuni montaggi video che avevo già preparato qualche mese fa, dedicandoli in particolare al mio viaggio in Sri Lanka del luglio, per una specie di confronto che avevo in mente con le esperienze che avrei fatto nel ritorno in quel paese del febbraio-marzo scorso.

unica variante è che ora li collego assieme, giorno per giorno, come appena fatto con le riprese di Stuttgart.

purtroppo gli originali sono andati perduti per la rottura dell’hard disk che li conteneva e ho dovuto trovare un modo per recuperarli dal mio canale You Tube; il che ne ha ulteriormente peggiorato la qualità video, peraltro già bassa.

. . .

per essere sincero non è l’unica qualità che trovo bassa nel video che vi presento, che consiste in una prima, sommaria esplorazione di Francoforte sul Meno, a cui dedicai alcune ore, recandomici in anticipo rispetto all’orario di partenza dell’aereo per Colombo, proprio a questo scopo.

sarà stato il girare trascinandomi dietro il bagaglio – a volte il segreto di una cattiva disposizione mentale sta in bazzeccole di questo genere -, ma, guardando le riprese, direi oggi che Frankfurt proprio non mi prese molto, nonostante il carattere della città, decisamente più scanzonato, rispetto a Stuttgart, e certi giudizi abbastanza positivi nelle mail che mandai a casa quel giorno e che trovate più sotto.

ma oggi, riguardandole, avverto bene i tratti caratteristici di centro della finanza tedesca e di sede della Banca Centrale Europea (che si intravvede anche in una piccola ripresa, dietro un pacchiano monumento all’euro).

gli spettacolini di strada (mio tema preferito quando viaggio), i vogatori nel fiume o una manifestazione in difesa degli asili pubblici non bastano a riscattare il clima grigio della città, anche dal punto di vista atmosferico.

e neppure la casa di Goethe – ricostruita anche lei, come tutto il centro, dopo le distruzioni della guerra – né l’amata immagine ribelle dello Struwwelpeter, un ragazzaccio sporco e disordinato, che ho ritrovato immutato nella vetrina di una libreria dalle immagini del mio libro di tedesco della scuola elementare.

. . .

il video stesso è quel che è, malriuscito – anche per commenti musicali molto scolastici -, per mancanza di simpatia.

e mi serve soprattutto come antitesi mentale, in negativo, al precedente che è, come scrivevo ierisera in un commento a Francesca, che ha avuto la bontà di apprezzarlo: “un ritrattino di Stuttgart in quello che ha di più notevole, che è il suo rapporto così stretto con la natura, che non cancella il suo essere città, ma la la fa essere città in un modo molto speciale. devo aggiungere che la mia infanzia è trascorsa a Meran/Merano, che condivide in modo ancora più accentuato questa caratteristica di città che si fa natura. la amo moltissimo per questo e la considero una delle città più belle d’Italia; a Stuttgart sono stato così fortunato da ritrovare qualcosa di simile a quello che vissi nella mia infanzia incantata”.

niente di tutto questo a Frankfurt, la natura qui si riduce ad essere il fiume un poco fangoso e comunque via commerciale di traffici; e sul tramonto sulla sua torbida corrente si chiudono le immagini della città, seguite da quelle dell’aeroporto da cui partii nella notte.

. . .

ecco le mail di quella giornata, degni accompagnamenti dei video:

12 luglio 2004. cara Marta,
sono molto contento di avere letto la tua lettera proprio il giorno prima di partire per le mie vacanze nello Sri Lanka. stasera sto facendo gli ultimi preparativi e sono appena tornato dalla farmacia dove dovevo chiedere (ho pensato di difendermi dalla malaria così, non avendo fatto il vaccino) un liquido antizanzare, che in tedesco si dice Mücken, e a me veniva da ridere a chiedere uno spray contro le mucchen. non ti dico gli studi col vocabolario prima di partire, e la farmacista, dopo il mio bofonchiamento swäbisch, che fa tutta sorridente: ahhhh, autan!!! mi sembrava di essere in uno spot!!!
anche qui si gira col maglioncino sai e di estate neppure lòmbra! ma vado allèquatore, adesso, o quasi. sto lì nellòceano indiano 15 giorni e quindi fino a fine luglio. 13 luglio 2004 e infine… cara Marta,
ti sauto di nuovo dall’aeroporto di Frankfurt, da dove sto per partire.
qui c’è internet gratis, e dietro di me una fila di adolescenti di tutte le lingue.
non importa, aspetteranno.
sono emozionato, lo sai? la mia prima volta nell’Asia, quella vera….
papà

13 luglio 2004 a Fabia cucu
sono all’aereoporto di Frankfurt – tra l’altro tutt’altra città da Stoccarda: vivace, futurista, allegra. anche qui il saluto è ciao più che tschüss. e, come vedi c’è anche internet gratis mentre si aspe

13 luglio 2004 a Rocco e Sara – eccomi dalla freee internet del Flughafen di Frankfurt, mentre aspetto che mi dicano il gate.
verso la vera Asia!!!
papà
conciso contro al solito se no perde l’aereo per chattare.

13 luglio 2004 a Sara – frankfurt è avveniristica come Londra e vivace come Basilea, bella città.
all’aeroporto c’è internet gratis, così puoi sapere che sono all’aeroporto + grande d’Eur, dopo London.
c’è troppa coda però, ciaoooo

. . .

ad una revisione di controllo, il video pubblicato su Youtube è irrimediabilmente guasto in un passaggio; ho tentato di ripararlo e, già che c’ero, di sostituire il commento musicale: ma non ha senso farlo su un video nel quale ad un certo momento le immagini si bloccano e non riesco a rimediare al problema.

non mi resta che dare i link ai video originali separati.

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...