il bis-Conte autoliquidato – 45

prima va in parlamento a farsi dare la fiducia.

e poi va dal Presidente della Repubblica a dare le dimissioni?

così che nessun altro si è preso la responsabilità di farlo fuori, salvo lui stesso?

oh ciancolo, come si dice in bresciano.

nessuno dia un incarico di nuovo a uno che ci ha appena rinunciato.

. . .

e bravo Conte: ha liquidato Salvini, ha liquidato Renzi, e alla fine ha liquidato anche se stesso.

inadeguato!

ma, secondo voi, chi è che li fa ammattire in questo modo?

perché questi delirano e insultano gli elettori in questo modo?

(voi comunque lasciate perdere il vostro blogger, è totalmente inadeguato anche lui a capirli).

7 commenti

  1. Il quadro che tracci, ancorché disarmante, è estremamente corretto. Il punto che in molti non sembrano cogliere è che, nella storia delle democrazie cosiddette liberali, quando il piano della partecipazione democratica, quindi, da un punto di vista fondativo e statutario, di quello della legalità, viene violato, il popolo insorge, appunto, per ripristinare la legalità. E’ ciò che accade, possiamo dire, dalle definizioni di stato liberale in uso a partire da Hobbes. Ma qui, e adesso, il popolo al limite cincischia, balbetta, e chi lo rappresenta in modo così contraddittorio ragiona con l’abaco. In tutto questo, gioco facile avranno coloro che rimestano nel ventre molle della società, proponendo le soluzioni alla crisi politica più intimamente regressive sul piano antropologico. E cosa speriamo, che FB gli tolga l’account?

    "Mi piace"

    • fenomenale la battuta finale: dovrebbe toglierlo a tutti il profilo! se lo facesse, giuro, mi riconcilierei.

      smettendo di scherzare, a me pare che in Italia manchi l’abc stesso della democrazia parlamentare. questo stesso modo di andare in crisi dei governi (che poi raramente durano più di qualche mese), oscuro, allusivo, mai alla luce del sole, indica una tabe della nostra cultura istituzionale.
      ci dev’essere un fondo insuperabile di ipocrisia cattolica e gesuitica in tutto questo.
      io so benissimo che certe mie considerazioni in questo conteso malato appaiono marziane, ma come si dice, nel paese dei ciechi chi ci vede bene è un pazzo.

      parlare di popolo in Italia è fuori posto: il popolo è un’altra cosa, per spirito di comunità e coscienza di sé. in Italia il popolo è morto da un pezzo, sostituito dalle tifoserie e dai fan.

      Piace a 1 persona

  2. Che doveva fare? Constatato che la fiducia risicata non gli consentiva di governare, e al voto sulla giustizia l’avrebbero impallinato, è salito al colle. Adesso o i 5S si suicidano facendo rientrare Renzi (e di fatto dandogli lo scettro del comando, tanto vale facciano lui presidente del consiglio) , o larghe intese con Forza Italia (ma senza Conte, pare di capire): ma il PD ci starà per l’ennesima volta a farsi fottere? Le elezioni non ci saranno, qualcosa bisognerà inventare. Comunque Confindustria è contenta, contenti loro contenti tutti come si dice, vedremo come faranno ripartire il paese…

    "Mi piace"

    • premessa: la legge contro la prescrizione, che è la vera causa della crisi ultima, è una delle richieste pluridecennali dell’Unione Europea; la prescrizione è il trucchetto che usa questa cricca dirigente di magliari per sfangarla ogni volta.

      in un mondo normale, il governo si presenta al parlamento e pone la fiducia sulla relazione dell’odiatissimo ministro della giustizia che l’ha fatta. così i cittadini vedono, parlamentare per parlamentare chi la vota e chi no.

      i cittadini, in democrazia, hanno il diritto di sapere chi dà la fiducia al governo o a una legge così importante che il governo ci pone su la fiducia.

      in una repubblica di magliari invece si trama alle spalle degli elettori; purtroppo Conte è un magliaro come gli altri, soltanto un poco più distinto ed educato, e dunque evita la chiarezza perché da noi pare che se ti comporti in questo modo perdi la fiducia della cricca che non ti ricandida più.

      l’unico che non era un magliaro negli ultimi anni è stato Prodi che entrambe le volte che è caduto ha preteso, in nome dei cittadini, un voto di sfiducia alla luce del sole, e infatti non gliel’hanno perdonata più. ma noi almeno sappiamo di dover ringraziare il trotskista Turigliatto per l’unico voto che gli è mancato, la seconda volta, da parte di uno che era stato votato dai cittadini per appoggiarlo e invece gli votò contro.

      ma di che cittadini parliamo? se per anni la legge elettorale è stata incostituzionale, e io credo che lo sia ancora…

      d’altra parte la Corte Costituzionale che deve valutarla è stata nominata in parte dagli eletti incostituzionalmente e non sente nessun imbarazzo per questo.

      viviamo da anni in un regime talmente surreale che la gente non riesce neppure più a vedere l’abuso permanente e si è totalmente assuefatta alla follia e alla mancanza di fondamenti democratici anche solo formali di questo sozzo regime.

      qualunque soluzione inventeranno per non andare a votare è una merda, e non si salva proprio nessuno.

      se pensiamo che la maggioranza in pectore vuole eleggere presidente della repubblica uno che è stato condannato, c’è solo da augurarsi che lo facciano davvero – se non muore prima, visto che tanto bene non sta; almeno ci dichiareremo al mondo per quello che siamo e che tutto il resto del mondo del resto sa già benissimo: quasi in ogni paese del mondo, di quelli che ho girato, quando ti chiedono di che paese sei e dici Italy, ti rispondono ridendo: mafia (in italiano, è la parola universale) e hanno ragione.

      sinceramente, a questo punto che si indicano le elezioni, e il suicidio del paese finisca: questa agonia è insopportabile.

      e comunque, tranquillo: nessuno di questi pensa a far ripartire il paese; pensano solo a come spartirsi i miliardi dell’Europa.

      che l’Europa si guarderà bene dal darci, ovviamente.

      lì la democrazia esiste davvero, i cittadini anche, e i politici saranno chiamati a rispondere di avere gettato più di 200 dei loro miliardi in pasto ad una banda affamata di arraffoni, senza un’idea e senza un progetto (su questo Confindustria ha ragione; è l’unica che sta segnalando il problema: il Recovery Fund va dato su progetti e i progetti non ci sono): questi hanno begato mesi per un piano di spartizione, e ora che dovrebbero improvvisare in tre mesi i progetti, si mettono a litigare: Recovery Fund addio!

      è un problema anche per l’Unione Europea la crisi di un paese come l’Italia, ma siamo irrecuperabili e qualcosa dovranno inventarsi anche lì, qualche specie inedita di cordone sanitario per non essere travolti dal nostro prossimo crollo. che – combinato col covid – potrebbe trascinare a picco l’euro.
      .

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...