Mini-Hulk! nuove prospettive contro le antibiotico-resistenze – dal blog Scienziati Matti

Scienziati Matti

Questo qui sotto è Bruce Banner, dottore in fisica nucleare. L’esplosione di una bomba sperimentale a raggi gamma lo ha investito in pieno. La dose di radiazioni che lo ha attraversato si è però rivelata subletale ed invece di uccidere il fisico, lo ha trasformato in Hulk.

A sinistra c’è Bruce Banner dal film The Avengers (2012) e a destra Hulk (da Wikipedia).

Qui sotto invece ci sono dei batteri, più precisamente, dei Caulobacter crescentus.

Per i batteri gli antibiotici sono un po’ come i raggi gamma per l’uomo: letali. Ciononostante, se i batteri vengono esposti ad una dose subletale di antibiotico, si possono trasformare in piccoli hulk ai quali l’antibiotico non fa più un baffo.

Ecco delle immagini di C. crescensus prima e dopo l’esposizione ad una dose subletale di cloramfenicolo (antibiotico) (Riadattato da Banerjee et al. 2021).

Si verifica così l’enorme problema delle antibiotico-resistenze

View original post 615 altre parole

4 commenti

  1. Scusa per il commento penso che i raggi gamma dello smartphone mi fanno parlare un po’ troppo più del vino (che bevo con moderazione ma con gusto).

    Sto notando il peggiorarsi della situazione qui al sud… Forse è solo questione di tempo.

    "Mi piace"

    • ciao, caro, e grazie di uno dei tuoi periodici ritorni…

      molto pessimismo mio sulla faccenda della resistenza batterica agli antibiotici e sugli effetti sanitari a medio termine; ho ripubblicato questo post perché è uno dei pochissimi, forse l’unico, che comincia a dare qualche concreta speranza di riuscire ad affrontare il problema.
      dovrebbe essere l’occasione per un ripensamento globale sull’uso di questi medicinali.

      quanti, di fronte ad una banale malattia che ha bisogno dei suoi tempi per risolversi, pensano che prendere un antibiotico per risolverla più in fretta è un atto di sudditanza al sistema che mette l’efficienza e il guadagno al centro della vita come valore supremo?

      "Mi piace"

  2. Era quello che volevo dire al mio medico da qualche anno, cercando di esprimere la mia reticenza in tal proposito sperando in una guarigione dal solito stato pre influenzale accompagnato da tosse… spiegandomi invece lui che una somministrazione continuata e completa avrebbe risolto il malanno. Non ci capivamo e fino a quel momento pensavo il contrario, di avere fiducia in lui.
    Lui, semplicemente si era stancato di tutti noi pazienti. Anche se la sua indole mite e riflessiva non evidenziava il suo vero stato d’animo. Era ora di andare in pensione.
    Guarire è banale ma necessario, morire un po’ meno ma …

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...