4 agosto: i morti da covid 2020-2021 e la quarantena dei libri – 366

ammetto di essere stato condizionato nei commenti all’andamento dei morti da covid degli ultimi giorni dalla speranza che le cose non stessero andando poi così male, ma la situazione ha ripreso oggi a dare segni di lento deterioramento:

4 agosto 2020morti di Covid: 5

4 agosto 2021morti di Covid: 21

qualcuno potrebbe chiedermi: come mai oggi cambi giudizio? in fondo abbiamo avuto 6 morti meno di ieri, però anche il quadruplo dei morti dello stesso giorno dell’anno scorso.

ma è più significativa la media degli ultimi 7 giorni, nel confronto con l’anno scorso:

2020: totale dei morti degli ultimi 7 giorni 48; media : 6,9 (- 0,8 rispetto al giorno precedente)

2021: totale dei morti degli ultimi 7 giorni 129; media: 18,4 (+0,8 rispetto ad ieri)

dobbiamo risalire fino al 10 giugno, quasi un mese fa, per trovare un valore simile, e la tendenza alla risalita è evidente se guardiamo alla media di 11,1 morti al giorno, raggiunto il 24 giugno, dieci giorni fa, che rimane il valore più basso tra la fine della terza ondata e l’inizio in corso della terza.

questo valore medio l’anno scorso fu raggiunto il 24 settembre e rimase stabile alcuni giorni.

. . .

oggi ho capito come mi prenderò la variante Delta, da non vaccinato, se mai la prenderò.

sono giorni in cui la mia vita sociale in luoghi pubblici chiusi, se si esclude il supermercato, si riduce all’andata settimanale in biblioteca, e oggi ho ritirato il libro che mi è arrivato con straordinario tempismo (ne parlerò a breve); la signora che era passata prima di me aveva lasciato un volumone fotografico che stimolava molto la mia curiosità, con immagini delle montagne locali: pertanto, mentre la bibliotecaria registrava il prestito, mi ci sono avvicinato e ho fatto per girarlo per vedere meglio la copertina.

che fa? mi ha sgridato lei, il libro restituito deve restare in quarantena! potrebbe avere il virus

depositato addosso, immagino.

volevo dire: anche se la signora ha il greenpass?

ma ho fatto a meno, meglio non stuzzicare il can che dorme, visto che per ora mi lasciano andare in biblioteca anche senza greenpass.

ma penso che la pacchia per me sia finita da dopodomani.

per fortuna il libro che ho ritirato è di centinaia di pagine e che senza greenpass non andrò certamente a restituirlo…

. . .

colgo l’occasione per dire tutta l’idiozia della concessione premio del greenpass ai vaccinati, senza verificare se il vaccino ha avuto effetto generando anticorpi oppure se sono in quel 10% almeno che gira indifeso senza saperlo, e l’idiozia ancora peggiore se possibile di imporre limitazioni a chi può essere sano, senza essersi vaccinato, ma altrettanto senza saperlo…

io non rifiuto affatto l’idea che lo stato possa imporre limitazioni alla vita sociale per contrastare un’epidemia, anzi penso addirittura che lo debba fare e che si sottrae ad una sua precisa funzione se non lo fa; lascio le amenità contrarie ad Agamben e soci.

però la via maestra per farlo è una legge con adeguate sanzioni a chi non la rispetta, e non il ricattino ridicolo del non ti lascio andare al cinema o, peggio, molto peggio, non ti lascio salire sui mezzi pubblici, neppure per andare al lavoro.

mi spiace molto dirlo, e non è una bugia: ma questo non è più un provvedimento sanitario, ma una forma di persecuzione dei dissidenti.

uno stato civile non annuncia, come avvenuto ieri in Lombardia, che il prezzo dei tamponi calerà, ma fa i tamponi gratis ai suoi cittadini, per tenere sotto controllo l’epidemia.

e poi richiude chi effettivamente rappresenta un pericolo di contagiare, non chi si presume arbitrariamente che lo sia.

ma ad un anno e mezzo dalla pandemia sembra che il sapere se si è o no contagiati sia un lusso che il singolo cittadino si concede, dietro debito pagamento, e non un dovere dello Stato.

così alla fine risulta anche che l’impedire la mobilità di chi non ha aderito alla immunità di gregge dallo spirito critico sia perfettamente legittimo.

non siamo la Francia, vero, e i giudici costituzionali che danno torto al re esistevano solo a Berlino nel Settecento, però, cari amici, non ci siamo proprio.

non sarò mai dalla parte di chi pretende che il cittadino individuo abbia una libertà assoluta che sconfina nella irresponsabilità sociale, ma qui mi tocca dare qualche ragione a chi non ne ha mai avuta una: il greenpass così impostato non è accettabile.

solo l’obbligo vaccinale lo sarebbe: ma ci vuole un pelo sullo stomaco così, per imporre alla popolazione una vaccinazione di massa con vaccini sperimentali, cioè per obbligare dei cittadini teoricamente liberi a sottoporsi alla sperimentazione di un medicamento autorizzato dalle autorità sanitarie competenti soltanto in via emergenziale.

14 commenti

  1. Oltre al tuo lavoro giornaliero sull’andamento della pandemia seguo anche quello ottimo di Fausto Tomei che pubblica però su FB.
    https://www.facebook.com/photo/?fbid=10158043760116123&set=pcb.10158044063446123
    Non so se riesci a vedere il link sopra, ma è abbastanza chiaro che l’infezione sta risalendo, anche se la “salita è in calo”, cioè non è né esponenziale né lineare ma sembra tendere verso un assestamento.

    "Mi piace"

    • sì, sono riuscito a vedere; tutt’altra serietà di analisi rispetto alla mia, molto artigianale, però vedo che poi siamo concordi nell’evidenziare le tendenze di fondo.

      su carattere della risalita, se già in rallentamento e non più esponenziale, mi sembra difficile decidere al momento, almeno sulla base dell’andamento del numero dei morti.

      lui ricava questo giudizio dall’andamento del numero dei casi, ma a me pare che questo dato sia piuttosto aleatorio; comunque fra qualche giorno vedremo se ci sarà una conferma anche per quel che riguarda i decessi.

      "Mi piace"

    • cerco di essere obiettivo e di credere ai dati che dicono, che i morti sono tutti o quasi non vaccinati, e dunque un vantaggio evidente immediato a vaccinarsi c’è: però mi rimangono delle difficoltà logiche.

      da un lato dicono che la variante Delta è più contagiosa, ma non più pericolosa, dall’altro i morti sono superiori all’anno scorso e crescono, anche con più della metà della popolazione vaccinata…; tutta colpa della piccola minoranza che non si è vaccinata? e i vaccini funzionano benissimo?

      quindi, è per questo che effettivamente i benefici evidenti non si vedono?

      allora possiamo pensare che ci siano soltanto se la variante Delta sta facendo strage in altri paesi dove le vaccinazioni sono molto più ridotte.

      ma i dati generali al riguardo mancano, non vengono diffusi: si citano alcuni paesi dove le cose stanno andando effettivamente così (Indonesia, Russia), ma non altri, dove non sta succedendo nulla di simile… e capire le differenze di questo stato di cose è davvero problematico.

      insomma, la situazione è assolutamente confusa: ci sono paesi ultra-vaccinati come Israele dove il virus prende piede lo stesso, gli USA sono in difficoltà nonostante i vaccini, altri paesi ultravaccinati, come gli Emirati Arabi, non presentano grandi criticità.

      si potrebbe pensare che tutto dipenda dai tipi di vaccini? e se scoprissimo che i rivoluzionari vaccini americani sono meno efficaci di quelli cinesi tradizionali? ma questo sospetto bisogna impedire a tutti i costi che si faccia strada.

      forse lo scenario più chiaro che abbiamo di fronte per interpretare la situazione è quello del giocatore che ha puntato tutto sul nero alla roulette e il nero non esce e lui si ostina alzando la posta, ma ha quasi finito le fiches.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...