7 settembre, morti da covid 2020-2021: le dimissioni di docenti – 424

potrebbe essere venuto un mezzo colpo anche a voi, vedendo il numero dei morti covid di oggi: 71, cioè 19 più di ieri:

7 settembre 2020morti di Covid: 12

7 settembre 2021morti di Covid: 71

un netto peggioramento? no, è una falsa impressione.

perché una settimana fa i morti erano stati 75 e dunque il martedì, che registra i dati del lunedì, segna sempre un recupero dei morti non dichiarati la domenica.

la situazione dà anzi piccolissimi segni di stabilizzazione, per ora, come prevede il mio amico krammer che si sobbarca la fatica improba di analizzare l’andamento dei contagi, su cui io sono scettico, e forse ho torto; e spero che abbia ragione lui.

comunque è la media degli ultimi 7 giorni che fa testo e mostra addirittura un lievissimo calo negli ultimi due giorni, mentre l’anno scorso, in questi giorni, invece, c’erano i primi segni del deterioramento della situazione, lento, ma presto implacabile:

2020: totale 69; media : 9,9 (+0,9 rispetto al giorno precedente; ed era di 5,6 il 2 settembre 2020)

2021: totale 417; media: 59,6  (-0,5 rispetto ad ieri; era di 60,3 il 5 agosto, ma di 56,4 il 2 settembre, per usare lo stesso termine di confronto dell’anno scorso).

la crescita comunque è molto lenta, anche se la perdita di efficacia dei vaccini sui primi vaccinati potrebbe farsi sentire.

. . .

dalla blogger maria, che cita il Corriere della Sera, apprendo che in parlamento non verrà chiesto il green pass, perché – spiegazione ufficiale – significherebbe limitare i diritti costituzionali.

abbiamo quindi due spiegazioni possibili di questa stranezza:

o in questo paese i diritti costituzionali appartengono oramai soltanto alla casta di rappresentanti del popolo, praticamente autonominati, in quanto eletti su liste bloccate,

oppure questi sono così dediti alla loro nobile funzione di rappresentarci, che con autentico sprezzo del pericolo sfidano il rischio potenziale rappresentato da qualche non vaccinato…

a voi la risposta, lettori.

oh, ma voi dite che loro comunque sanno già di essersi vaccinati tutti, anche quelli che strillano contro?

. . .

ben 20 docenti nel Sued-Tirol hanno dato le dimissioni per rifiuto del greenpass (noi di quelle parti o che ne abbiamo soltanto respirato l’aria siamo indubbiamente crucchi), ma qualche altro gesto di coerenza avviene anche altrove: a Pordenone per esempio.

il ministro dell’Istruzione può comunque alzare le spalle di fronte a questi gesti di renitenza al cripto-fascismo che impersona, e dire che tutto va bene lo stesso.

sono stato un educatore per 45 anni della mia vita, e so benissimo che cosa significa questa colossale lezione di conformismo e obbedienza che stiamo dando ad una intera generazione.

. . .

visto che ho già citato krammer e le sue previsioni, continuo con la pubblicazione delle riflessioni che mi ha mandato per mail qualche giorno fa; e oggi pubblico la laboriosissima tabella che ha costruito sul rapporto tra andamento della pandemia e vaccinazioni (mi spiace che wordpress non riproduca i colori, rendendola meno leggibile).

krammer ha disposto i diversi paesi in ordine decrescente rispetto alla percentuale di vaccinati (ma ho qualche dubbio sulle percentuali delle seconde dosi, mi sembrano troppo basse).

come già per la tabella di Flavio Guidi pubblicata qui nei giorni scorsi per i morti dell’ultimo mese, è possibile riconoscere una tendenza di fondo: i paesi più poveri stanno subendo un costo altissimo in termini di aumento della mortalità in questa ondata; i paesi ricchi e più vaccinati soffrono molto meno, ma soffrono comunque, anche se in modi vari.

concorre al loro migliore risultato indubbiamente la vaccinazione di massa, ma anche la migliore qualità del sistema sanitario, e in una misura che non è facilmente definibile.

dentro queste tendenze generali, quanto alle variazioni di situazione tra un paese e l’altro, a me paiono assolutamente non interpretabili.

rimane l’evidenza di una catastrofe sanitaria in corso nei paesi più poveri del mondo; non dovrebbe parere strano che noi non ce ne stiamo affatto occupando, tutti presi da un dibattito asfittico sulle nostre particolari condizioni di vita (chiaramente questa è anche un’autocritica).

Al 15 di agostoAl 15 di agostoAl 15 di agostoultimo picco pre veccino (ove presente)picco post vaccino (ove presente)
paese% 1 dose% 2 dosi% vacc totvariazione mortalitànote% ultra 60nnimedia decessimedia nuovi casidecessi / nuovi casimedia decessimedia nuovi casidecessi / nuovi casi
emirati ar729,381,366,07%nessun picco post vaccino3,41637000,43%621000,29%
portogallo65117620,38%picco post vaccino molto limitato26,4290130002,23%1533000,45%
spagna64117527,21%curve morti/contagi anomale, riconteggi decessi a posteriori23,8490300001,63%120270000,44%
cile686,174,146,67%16,125070003,57%12072001,67%
canada638,671,6111,25%nessun picco post vaccino25,816089001,80%2010002,00%
belgio665,471,422,85%nessun picco post vaccino24,9205178001,15%519000,26%
UK609,769,79,11%picco in corso, curva morti/contagi anomala nel 2° picco23,81250595002,10%90470000,19%
olanda6186930,55%picco post vaccino anomalo25,4110120000,92%725000,28%
francia53166937,83%picco in corso25,9670530001,26%110230000,48%
italia57106737,54%picco in corso27,9740350002,11%5063000,79%
israele624,966,963,44%picco in corso15,66584000,77%2755000,49%
germania575,962,917,33%picco in corso, pochi dati statistici post vaccino29,2900260003,46%2440000,60%
usa508,958,961,33%picco in corso22,335002800001,25%11501500000,77%
argentina22365891,67%nessun picco post vaccino, dati poco attendibili16,1600330001,82%200120001,67%
grecia533,256,235,59%picco in corso27,510031003,23%3127001,15%
brasile23335659,44%nessun picco post vaccino12,83100770004,03%670280002,39%
svizzera495,654,614,91%picco in corso, pochi dati statistici post vaccino24,111082001,34%420000,20%
sri lanka183654253,06%picco in corso7031002,26%20035005,71%
malesia331952425,94%picco in corso101647000,34%290200001,45%
turchia391352170,00%picco in corso11,7360600000,60%255250001,02%
polonia481,849,896,67%nessun picco post vaccino24,7600290002,07%31502,00%
giappone37124918,99%picco in corso (post olimpiadi)34,411065001,69%45140000,32%
sud corea19254427,14%21,32310502,19%1118500,59%
marocco31124372,96%10,78052001,54%11098001,12%
cina152843isolamento spinto, pochissimi dati ufficiali17,119047004,04%dati statistici insufficienti
messico22194149,12%10,81350175007,71%720190003,79%
colombia271441101,24%11,9390180002,17%680310002,19%
australia21183927,50%picco in corso22,1205503,64%44001,00%
kazakistan257,232,2104,55%picco in corso12,34028001,43%11577001,49%
india8,72230,7112,71%nessun picco post vaccino9,747003920001,20%500370001,35%
tunisia13152882,59%12,68029002,76%18079002,28%
russia225,727,7161,57%curve morti/contagi anomale, crisi sanitaria?21,5560290001,93%780250003,12%
perù216,627,639,17%nessun picco post vaccino11,21000940010,64%5012004,17%
romania260,726,7153,54%nessun picco post vaccino23,318057003,16%163304,85%
thailandia7,31825,3945,45%pochissimi dati statistici pre vaccino16,518000,13%260220001,18%
venezuela129,321,3116,67%picco in corso11,12014001,43%159001,67%
indonesia109,219,2156,00%curva morti/contagi anomala nel 1° picco11,3300130002,31%1800500003,60%
iran5,21318,290,70%8,8430240001,79%650400001,63%
filippine115,516,599,15%picco in corso7,3245110002,23%265120002,21%
pakistan5,49,915,384,82%picco in corso714057002,46%10048002,08%
vietnam2121482,00%statistiche pre-vaccini insufficienti, nessun picco10,12405,00%410100004,10%
sud africa6,75,512,268,79%curva morti/contagi anomala nel 2° picco8,9580190003,05%420200002,10%
ucraina6,34,610,9177,78%nessun picco post vaccino23400160002,50%409004,44%
bangladesh3,26,19,3120,69%9,610070001,43%250145001,72%
myanmar3,34,98,2279,50%dati poco attendibili93515002,33%37557506,52%
algeria1,667,6140,00%dati poco attendibili8,82010501,90%4015002,67%
egitto2,12,14,2129,23%nessun picco post vaccino, dati poco attendibili6,96512005,42%71007,00%
kenya1,412,4155,77%dati poco attendibili4,82013501,48%3013002,31%
iraq1,20,82110,47%5,54376000,57%75120000,63%
afghanistan0,61,31,9124,63%dati poco attendibili4,3257403,38%8019004,21%
uganda0,51,41,9307,58%dati poco attendibili118701,26%7018003,89%
sudan0,411,4dati non attendibilidati statistici insufficienti
nigeria0,70,51,2467,03%dati non attendibili, picco in corso51317000,76%257003,57%
tanziania0,400,4dati non attendibilidati statistici insufficienti
RD congo000dati non attendibili4,2dati statistici insufficienti
etiopia000113,75%picco in corso, dati poco attendibili4,63021001,43%138001,63%

8 commenti

  1. Ho guardato i dati e devo dire che resto dell’opinione che non siano indicativi. Ora sicuramente Krammer non sarà d’accordo 😀

    Giusto per fare un esempio l’Italia oggi ha fatto 380.000 tamponi mentre UK ne ha fatti 1 milione e 330000 circa, superando i 7.5 milioni di test in una settimana. Ma anche non confrontando paesi tra loro, il contributo dei vaccini non è evidente, anche se sicuramente ci sarà in mezzo nascosto.

    Se io confronto la densità di mortalità per contagiati tra dopo e prima, i contributi maggiori sono per: Perù, Messico, Germania, Australia, Grecia. Ti mando un link alla mia contro analisi in privato.

    Globalmente trovo una correlazione dello 0,43 (dove 1 è perfetta). Non tanto forte da indicarci qualcosa di significativo.

    Quindi concludendo. I dati mettono in evidenza i migliori sistemi sanitari ed anche chi le prime ondate le ha passate molto male e ha una certa immunità naturale. Alcuni paesi messi peggio sono quelli che le prime ondate sono riusciti a evitarle o che in termini di sanità in generale scarseggiano.

    "Mi piace"

    • ecco, mi pare che il contributo più notevole di questa tua riflessione stia nell’idea che un fattore non sufficientemente considerato nel valutare l’andamento della pandemia e l’efficacia dei vaccini stia nell’immunità naturale acquisita nelle fasi precedenti dai paesi che sono stati più colpiti dalla pandemia: e questo fattore può anche intrecciarsi con quello della perdita già avvenuta delle persone più fragili.

      ma questo secondo fattore è naturalmente tabù e non può essere dichiarato pubblicamente perché implica andare contro un pervicace pregiudizio culturale, diventato un dogma: quello che la morte sia sempre negativa e da respingere, e il rifiuto come oscena dell’idea, molto politically correct, che la morte delle persone molto anziane o malate sia in fondo benefica – idea peraltro diffusa a livello di buon senso, ma sempre da nascondere ipocritamente.

      questo dipende dal fatto che le società occidentali sono diventate una gerontocrazia democratica, grazie al prolungamento della durata della vita media e alla democrazia che attribuisce ad ogni vita lo stesso peso (mentre i vecchi dovrebbero avere molto meno peso nelle decisioni sul futuro, visto che li riguarda meno).
      nella gerontocrazia democratica poi le donne pesano ancora di più, visto che tendono a vivere più a lungo…

      tuttavia già Krammer aveva introdotto nella sua tabella anche questo elemento di valutazione, per cui suddivido la mia approvazione fra entrambi ex aequo. 😉

      – ti segnalo, se ti fosse sfuggito, il commento di risposta a tedi Krammer qui: 30 agosto, morti da covid 2020-2021: gli opposti isterismi – 410

      "Mi piace"

      • L’app a volte non mi segnala i nuovi commenti.

        Alla fine ti ho inviato un PDF via email. I dati secondo me sono inconcludenti. Cioè è chiaro che “sistema sanitario”+”vaccino”+”azioni politiche giuste” hanno la meglio. Ma devono esserci tutte quante per sperare di tenere sotto controllo la Pandemia.
        Nella classifica che ti ho inviato vedrai come alcuni paesi che già avevano un tasso basso di mortalità alla fine hon hanno nemmeno grossi benefici, e infatti questi andrebbero tolti dalla stima perché tanto hanno tutto sotto controllo.

        Sul discorso dei vecchi non voglio esagerare. Sicuramente una volta eravamo meno protettivi ma era il tempo quando gli Dei erano esterni ed erano responsabili del nostro destino mentre ora, nell’era dell’umanesimo, gli Dei siamo Noi.

        Che sia immunità o mancanza di clientela non te lo so dire. Sicuramente questo è un punto cardine, ma non è detto che laaciar dilagare il virus sia risolutivo, probabile il contrario.

        "Mi piace"

        • problema comune quello della mancata segnalazione.

          ho visto il tuo PDF, forse un po’ superficialmente… ma… non sono riuscito a capire la differenza con quello di Krammer… indubbiamente dovrò studiarmelo meglio….

          sui vecchi, ora che lo sono diventato, cavoli che stress: sembra che non morire sia diventato un dovere.
          ora io capisco il non mettersi a rischio a vanvera (a parte che molti giovani lo fanno anche, e alcuni ci rimettono la pelle), ma volete lasciarmi la tranquillità di sapere che se mi ammalo e vado al creatore, posso farlo senza sentirmi in colpa?

          qui pare che vivere sia diventato il principale e forse unico dovere morale.

          molto responsabilità le ha la Chiesa cattolica, dopo la svolta biologista data alla dottrina da Wojtyla, che ha totalmente stravolto la tradizione cristiana: altro che papa conservatore!

          e poi credo che molto dipenda dalla gerontocrazia economica e dalle pensioni troppo alte: di fatto molti giovani dipendono ancora economicamente, o tanto o poco, dai genitori o perfino dai nonni (per non parlare dei prozii…), ed è chiaro allora che il vegliardo pensionato ha il dovere di campare il più a lungo possibile (magari in casa di riposo, e fori dai piedi…) perché è una fonte di reddito.

          ora io non dico affatto di lasciar dilagare il contagio, anzi, come sai sono a favore delle restrizioni sociali che sono il metodo più sicuro per arginarlo; però, come pure sai, sono sempre stato contrario alla chiusura delle scuole: è bene che i giovani sani si misurino con la malattia e la superino: questo è molto meglio che vaccinarli.

          ma oramai siamo istericamente a favore di un mondo artificiale e di una salute pure artificiale; abbiamo perso di vista la natura e una vita in armonia con la natura…

          "Mi piace"

          • La prima pagina sono i dati di Krammer ripuliti. La seconda pagina è la mia interpretazione partendo dai suoi dati.

            Però se consideriamo che UK fa in media 1 milioni di tamponi in più al giorno rispetto a noi… i dati tra paesi sono ampiamente non confrontabili. Cercare di capire il beneficio per singolo paese è impossibile perché le variabili di contorno cambiano completamente.

            Intanto pare che anche in Italia si siano accorti che la protezione è di qualche mese
            https://www.quotidiano.net/cronaca/protezione-giu-dopo-5-mesi-israele-verso-la-quarta-dose-1.6776731

            Leggevo ieri che la variante Mu è ormai diffusa in 49 stati degli USA. Guardiamo con attenzione se ce la fa a soppiantare la Delta.

            Quanto a tutto il resto, condivido. Immagino che anche tu riceva pressioni per la vaccinazione. In ogni caso fai estrema attenzione perché sei a rischio.

            "Mi piace"

            • c’è qualcosa che non capisco: se il vaccino protegge da ospedalizzazione e morte, ma non dai contagi, perché si preoccupano dei contagi?

              io piuttosto cercherei di stabilire se questi contagiati riescono comunque a sviluppare l’immunità naturale oppure diventano vaccino-dipendenti…

              – quanto a me, so bene di rischiare, e prendo le mie precauzioni, per quel che posso.
              so anche bene che neppure le migliori precauzioni proteggono del tutto, come del resto neppure il miglior vaccino.

              "Mi piace"

              • Ti preoccupi dei contagi solo se non sei sicuro delle prime due. Sinceramente non so più che dire. Immagino che vogliano ottenere una specie di “resistenza di gregge”, cioè facendoci infettare tutti una volta vaccinati, sperando che muoiano il meno possibile e che si possa sviluppare una certa immunità naturale.
                Soprattutto perché si sentono vibrazioni molto urgenti in ambito economico. L’impressione è che tutti si stiano barricando dentro il proprio cortile.

                "Mi piace"

                • la tua ipotesi è l’unica che darebbe un senso a quello che stanno facendo, ma potrebbe essere troppo bello.

                  epidemie e gravi crisi economiche hanno sempre colpito unite nella storia. questa non pare voler fare eccezione. è da tempo che dovrei occuparmene.

                  "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...