la Germania a sinistra? – 461

i risultati elettorali definitivi delle elezioni tedesche sono arrivati in poche ore, con la solita efficienza che a noi sembra miracolosa, ma invece è straordinaria la nostra inefficienza e confusione.

ecco la distribuzione finale dei voti:

le tendenze indicate ieri sulla base degli exit poll si sono confermate, ma in maniera più marcata; quindi le considerazioni generali fatte da me nel post rimangono valide, credo, anche se con numeri leggermente diversi.

ecco anche visualizzate le variazioni di voto rispetto alle elezioni precedenti:

certo, CDU/CSU, indicata qui come Union, e AfD sommati perdono l’11% dei voti, e i liberali guadagnano soltanto lo 0,8%; quindi, guardando le cose da questa prospettiva, lo spostamento dell’elettorato sembra evidente, ma bisognerebbe parlare di crisi della destra, dopo l’abbandono della Merkel, piuttosto che di spostamento a sinistra.

infatti, guardando da sinistra, l’incremento della SPD – anche a volerla considerare un partito di sinistra e non di centro-sinistra molto moderato, è quasi completamente equilibrato dalla perdita della Linke e possiamo parlare di spostamento a sinistra soltanto considerando tali a pieno titolo anche i Verdi: in questo caso l’incremento dei voti a sinistra sarebbe pari al 6,7%.

solo il risultato di un referendum svolto nella città di Berlino mostra una certa radicalizzazione degli elettori, visto che qui è passata con netta maggioranza la proposta che il Comune espropri le abitazioni delle grandi imprese immobiliari, che era peraltro sostenuta dai Verdi ed avversata dalla SPD.

. . .

possiamo quindi dire che nell’insieme della Germania vi è stato uno spostamento non a sinistra, ma verso il centro-sinistra, e tuttavia insufficiente.

infatti SPD, Linke e Verdi mancano la maggioranza in parlamento per soli 4 voti (e non per 11, come indicato ieri).

questo significa che lo schieramento genericamente democratico-progressista non ha raggiunto l’obiettivo ed esce sconfitto dalle elezioni.

ma la prevalenza della SPD su CDU/CSU è netta: 13 seggi in più; quindi il nuovo cancelliere è Scholz.

ma il suo governo sarà ancora un generico governo di centro vagamente etichettato come di centro-sinistra, e la Linke non potrà essere parte del governo, perché non basta per una maggioranza e i partiti in grado di formare una maggioranza non la vogliono certo al governo.

. . .

da notare anche che si è realizzata l’ipotesi peggiore di cui parlavo ieri, e cioè che la Linke è scesa sotto il 5% dei voti, al 4,9%; tuttavia il partito entra comunque in parlamento con 40 seggi, al contrario di quello che temevo, grazie ad un dettaglio della legge elettorale.

il parlamento tedesco è eletto per metà con voto maggioritario e per metà con voto proporzionale, corretto con la sottrazione dei seggi del maggioritario; per entrare in parlamento occorre avere almeno il 5% dei voti nel voto proporzionale oppure almeno 3 deputati eletti col voto maggioritario.

quindi la Linke ha realizzato questa seconda condizione, in quanto è risultata il partito più votato e ha vinto il voto maggioritario in almeno tre circoscrizioni elettorali – sicuramente dell’ex Germania Orientale.

. . .

secondo la prassi consolidata, il cancelliere spetta al partito col maggior numero di seggi, anche se la legge elettorale in se stessa prevede la possibilità che vada ad un partito con un numero minore di seggi, purché sia votato dalla maggioranza del Parlamento.

occorrerebbe dunque che l’estrema destra della AfD votasse per il candidato democristiano, per dargli una maggioranza di 3 seggi e poi avere un governo comunque di minoranza, come in Germania è possibile.

ma questo sembrerebbe una specie di colpo di stato legale delle destre e sarebbe una vera follia politica, per cui appare fuori dal quadro delle possibilità sulla base dei numeri definitivi.

Un commento

  1. […] corpus2020 27 settembre 2021 alle 9:59ciao, Flavio.secondo me c’è qualche passo falso qua e là nella tua interpretazione dei risultati delle elezioni tedesche.perdonami se ti mando i link ai miei due post sull’argomento, nel caso ti andasse una discussione: il primo di ieri sera sui primi sondaggi:https://corpus2020.wordpress.com/2021/09/26/la-germania-a-destra-460/e il secondo, con una parziale correzione di tiro, stamattina sulla base dei risultati definitivi:https://corpus2020.wordpress.com/2021/09/27/la-germania-a-sinistra-460/ […]

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...