piazze storiche vietate per le manifestazioni a Brescia, basta uno slargo – 470

a Brescia viene vietato manifestare il venerdì e il sabato nelle principali piazze della città (Loggia, Vittoria, Paolo VI – cioè Duomo – e Mercato), che devono essere escluse dai percorsi di manifestazioni e cortei: rimane disponibile lo spazio minore di Largo Formentone.

un buco urbano, derivato dalle demolizioni fasciste, che non è neppure una piazza.

e ci vorrà un bel percorso a labirinto per arrivarci senza passare per le altre piazze più grandi.

lo ha deciso il Prefetto, cioè il governo Draghi, che il Prefetto rappresenta a tutti gli effetti; ed è lo stesso Prefetto che ha tolto alla Provincia le sue competenze di legge sul depuratore del Garda bresciano.

. . .

questa volta, però, almeno la decisione è legittima e perdipiù approvata anche da un organo consultivo: il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, o CPOSP.

ne fanno parte, oltre al Prefetto, che lo presiede, il Questore, il Sindaco del capoluogo, il Presidente della Provincia e i comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza: sono sei persone, quattro di nomina statale e due elettivi, oggi il Presidente della Provincia con elezioni di secondo grado ad opera dei sindaci, ma va benissimo così.

organo consultivo, sottolineo, dove lo Stato consulta se stesso, sostanzialmente, e incidentalmente anche gli organi locali, chiamati a fare da foglia di fico; quindi la responsabilità della decisione resta comunque tutta del Prefetto, cioè del Governo che lo nomina.

. . .

alla faccia di una Costituzione che dice di valorizzare le autonomie e l’autogoverno.

da diversi decenni sono convinto che le Prefetture andrebbero sciolte (come era stato proposto già all’Assemblea Costituente) e i loro poteri trasferiti all’organo locale elettivo, cioè alla Provincia.

una volta credo che questo lo sostenesse anche la Lega, ma sono tempi passati: ora preferiscono prendersi il governo, e continua a controllare il territorio attraverso i Prefetti, anche loro.

. . .

così a Brescia Comune, Provincia, Governo hanno deciso di restringere ancora un poco gli spazi di democrazia.

a qualche giorno dallo sciopero nazionale per l’ambiente del 24 settembre, vero?

ma dev’essere stata giusto questa manifestazione a suscitare questa decisione, si direbbe: eccola una settimana fa, mentre esce da Piazza Vittoria.

e il 27 settembre 2019 la stessa manifestazione in Piazza Loggia.

che razza di pericolo per l’ordine pubblico, vero?

ora queste piazze le si possono scordare: manifestare in tanti? sempre più sconsigliato e difficile.

ci staranno tutti nel Largo Formentone? escluso: ma chi non ci sta, stia a casa!

27 commenti

  1. Scommetto che se il Brescia(?) vince il campionato la piazza si riempirà a furor di popolo e il prefetto non farà nulla. Per dire che questa ordinanza è solo un tassello della repressione a favore di un pensiero unico.

    "Mi piace"

    • in sostanza è un’ordinanza pro movida: sulla movida ci si dice preoccupati, ma non si fa niente; sulle manifestazioni, non danno preoccupazioni, ma si vietano lo stesso.
      a me pare che la democrazia stessa sia malata.

      "Mi piace"

    • ahaha, in casa mia quando ero bambino era la sala da pranzo che funzionava così: si apriva solo per ospiti molto di riguardo, perché noi di famiglia mangiavamo nel tinello, che era annesso di fatto alla cucina, separato soltanto da un arco alquanto monumentale (sotto il quale si faceva il bagno nella tinozza d’inverno, visto che il bagno vero e proprio non era riscaldato…).
      era talmente poco usata quella sala da pranzo che una volta che venne a trovarci la cugina importante, che aveva sposato in eurovisione a Londra il cugino dell’Aga Khan, lei nell’alzarsi si appoggiò con le mani sul tavolo e questo si capovolse, perché era su due gambe sole, centrali – misteri dell’art decò. scena da film…

      "Mi piace"

  2. Piano piano le città non sono piu tali. Se in piazza non ci si puo assembrare, non si puo manifestare che ce le teniamo a fare? Per non dire dello restringimento anche fisico delle azioni politiche.

    "Mi piace"

    • per lo struscio e la movida.

      nella stessa seduta quel comitato ha raccomandato vivamente di tenere sotto controllo la movida, ma non ha preso nessun’altra decisione al riguardo: potevano chiudere le strade della movida nel weekend, no?
      dopotutto i rischi sono ben maggiori di quelli delle manifestazioni… e siamo arrivati vicini a che ci scappi il morto, per le risse giovanili in centro.
      invece hanno raccomandato a se stessi di fare qualcosa… ahaha – rido per non piangere.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...