teoria della relatività acustica – borforismi 104

una intelligenza aliena, totalmente priva della vista, che usasse solamente l’odorato e l’udito per conoscere il mondo, arriverebbe alla constatazione che nell’universo non è possibile superare la velocità del suono?

no, perché il suono non si diffonde nel vuoto, dirà qualcuno.

sì, rispondo io: perché in questo caso quella mente osservatrice arriverebbe alla conclusione che l’universo finisce dove finisce il suono.

e se con la luce accadesse la stessa cosa?

10 commenti

  1. Non se: con la luce accade la stessa cosa. Sappiamo benissimo che ci sono aree dell’Universo che non conosciamo perché, in un universo in espansione, si allontanano troppo velocemente da noi perché noi possiamo “vederle”. Ma un conto è la conoscobilità, un conto è l’esistenza… a meno che non sia dia ragione a Berkley.

    "Mi piace"

    • da queste parti si pensa appunto che Berkeley abbia avuto una intuizione mica male.

      in ogni caso, a livello sub-atomico, l’osservazione è parte del processo che osserva e lo modifica, come sappiamo da Heisenberg in poi, e con buona pace di quel Lenin della fisica che fu Einstein…
      quindi come non esiste una realtà materiale che prescinda dall’osservazione, altro che come astrazione mentale, allo stesso modo è soltanto una astrazione mentale che vi sia un ente separato che osserva.

      l’osservazione, nel suo farsi, è l’unica realtà.

      così tramonta anche la storica distinzione fra materialismo ed idealismo: l’osservazione fa una cosa sola di quello che è materiale e di quello che è mentale: la distinzione tra corpo e mente, tra materia e spirito, tra carne ed anima è soltanto una nostra paranoia particolare.

      "Mi piace"

      • A livello subatomico certo. Ma a livello macroscopico l’osservazione produce effetti così infinitesimi da non essere influente. Ad ogni modo, come sempre, non vedo la differenza: per noi, che il mondo esista o sembri esistere è la stessa cosa, a livello “quotidiano”. Certo, non è così a livello speculativo.

        (Ho scritto troppe volte “livello” in questo commento).

        "Mi piace"

        • giusto, ciò non toglie che la realtà resti probabilistica anche a un livello superiore a quello sub-atomico, anche se con indici di probabilità praticamente irrilevanti.
          e del resto lo avevano già intuito gli atomisti antichi, con la teoria del clinamen: ciò che rende possibile la vita è la deviazione imprevedibile dalla legge standard.

          ma questa riflessione vale sempre come antidoto contro i dogmatismi, che appaiono per quel che sono: un modo per esercitare violenza cos’ sulla natura, come sugli uomini.

          "Mi piace"

    • eh, ma qui c’è una difficoltà: per sparare a qualcuno, bisogna prima costruire un’arma. non esistono sul pianeta oggetti che si muovono a velocità superiore al suono che non siano costruiti. e per costruirli, bisogna immaginarli.
      ammetti anche che qualcuno arrivi a questa folle fantasia: ci sarebbe si sicuro un Einstein locale a spiegargli che superare la velocità del suono non si può.

      del resto a noi sta succedendo lo stesso con l’entanglement, no? vediamo chiaramente dei fenomeni che si spiegano solo con una trasmissione delle informazioni a velocità superiore a quella della della luce (o con altre spiegazioni ancora più strane).
      eppure non possiamo ammetterlo, e quindi neppure spiegarlo.

      "Mi piace"

      • Mah… credo che Einstein abbia scelto la luce come esempio ma non necessariamente “c” è la velocità della luce in modo esclusivo. La velocità “c” è più la massima velocità di propagazione della causalità. Cioè il limite di scambio dell’informazione. Gli oggetti senza massa viaggiano a “c” mentre quelli con massa sono bloccati sotto. Il tempo in senso tradizionale esiste solo per chi ha massa.

        La questione è diversa per il tuo esempio. Sicuramente la specie aliena avrà una visione del mondo molto diversa. Ma che il suono sia un limite paragonabile alla luce credo che sia da scartare. Prima di tutto si accorgerebbero dell’effetto doppler e qualcuno di loro tenterà di superarlo riuscendoci. Il doppler della luce è più sulla frequenza, un po’ diverso.

        L’entanglment è qualcosa di diverso ancora. Non è propagazione vera e propria quanto piuttosto correlazione a distanza.

        "Mi piace"

        • avrai capito da altre discussioni che io vedo l’universo come una specie di programma base in cui ogni osservatore si sceglie l’applicazione che lo rende reale per lui in base al modo in cui lo osserva, che dipende a sua volta da come è fatto l’osservatore.

          qui stiamo facendo un puro gioco mentale: ma un osservatore dell’universo dotato soltanto di udito e olfatto, riuscirebbe a creare lo spazio? certamente sì, muovendosi, ma le variazioni di intensità dei suoni che noi colleghiamo naturalmente ad un movimento di oggetti nello spazio, perché lo vediamo, che significato avrebbero per lui?

          sentirebbe l’effetto doppler, ma naturalmente potrebbe darne una spiegazione del tutto diversa e costruirci su una nuova fisica.

          ma poi, di nuovo, l’effetto doppler diventa sensibile soltanto con oggetti costruiti dall’uomo; nel mondo di quell’osservatore non vedo neppure come potrebbe crearsi…

          ma evidentemente stiamo creando l’immagine mentale dell’universo dei lombrichi. 😉

          quanto a quel che dici dell’entanglement è solo una specie di spiegazione che diamo all’enigma di qualcosa che comunica a velocità superiore alla luce e non è percepibile dalla luce.

          noi siamo come i lombrichi che non conoscono la luce, e noi non conosciamo qualcosa che è più veloce della luce, ma non appartiene all’universo che creiamo noi con i nostri sensi.

          "Mi piace"

          • Questo “lombrico” alieno potrebbe già trovarsi tra noi. Non solo, sa anche volare. Si chiama pipistrello. Direi che è più bravo di noi a mappare e capire lo spazio 3D.

            Di sicuro il modello universo sarà diverso, ma dovrebbe essere concorde con il nostro. La parete contro cui il pipistrello va a sbattere è lì sia per lui che per noi. È per questo che il linguaggio fisico è ritenuto universale. Anche se il grado di precisione dipende dal punto di sviluppo del soggetto, le interpretazioni dell’universo non possono che essere concordi.

            La velocità della luce non è un limite come la barriera del suono. Se ti metti a inseguire un fascio di luce a 99%C vedrai il fascio di luce sfuggirti a C. Di fatto la luce viaggia a velocità infinita, quello che si propaga a C è l’informazione.

            "Mi piace"

            • azzeccatissimo il riferimento al pipistrello, che è cieco e si orienta con gli ultrasuoni, volando e cacciando, e dunque ha un’idea dello spazio, che viene a coincidere in modo abbastanza omogeneo con la nostra raffigurazione, a quel che possiamo vedere.

              però l’universo del pipistrello è certamente diverso dal nostro, soprattutto perché sembra da escludere che possa averne una vera e propria immagine, e per il pipistrello l’universo coincide con lo spazio che può esplorare con i suoi ultrasuoni. tanto è vero che non ha neppure un cervello in grado di crearne uno diverso per lui.

              non ho capito le due frasi ultime, lo ammetto. ;-(

              però mi sembra evidente che l’informazione viaggia a c, se usiamo la luce per trasmetterla; altrimenti viaggi ad altre velocità, a seconda dello strumento che usiamo. e nell’entaglement o viaggia a velocità molto superiori a quelle della luce, oppure viaggia attraverso qualcosa che non è lo spazio, anche se poi noi la vediamo nello spazio. oppure, terza ipotesi, dimostra che lo spazio è soltanto un effetto olografico di qualcos’altro.

              "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...