Pandora Papers: indignazioni fuori moda per il cane di Pavlov – 477

ecco i tesori nei paradisi fiscali di 35 capi di Stato e di governo e migliaia di vip

Dodici milioni di documenti riservatissimi smascherano le offshore di politici, stelle dello sport e spettacolo, generali e big degli affari. Dal re di Giordania al presidente ucraino, dal ministro olandese ai dittatori africani, da Julio Iglesias a Claudia Schiffer. sono i risultati della nuova inchiesta globale del consorzio Icij con oltre 600 giornalisti di 150 testate internazionali.

bravi, bravissimi, ma io mi sento come il cane di Pavlov, quello che salivava al suono del campanello, che gli annunciava il cibo: in poche parole, gli veniva l’acquolina in bocca; ma qui c’è qualche Pavlov, almeno, alle mie spalle, per registrare i rigurgiti di bile?

mi state dicendo che una parte importante di chi ci governa evade le tasse spedendo i suoi soldi nei paradisi fiscali, in modi che non sono neppure illegali, altrimenti verrebbero repressi?

e ci lavorate sopra in 600 giornalisti per anni, quando tutti abbiamo davanti agli occhi i nuovi signori feudali del mondo, i Bill Gates, gli Elon Musk, i Zuckerberg e i Bezos, che non hanno neppure bisogno di farlo, perché non pagano sostanzialmente tasse alla luce del sole: condizionano la politica e sono in grado di far saltare qualunque leader si decidesse a provarci sul serio…

tutta sta fatica per fare indignare me e quelli come me, che siamo già degli indignati col mondo per natura nostra, perché il mondo non ci ascolta, mentre non riuscirete mai a fare indignare nessuno di quelli che dovrebbero indignarsi davvero, ma hanno deciso che è troppo frustrante, non serve a niente, ed è più importante lo struscio al centro commerciale…

. . .

ok, ma voi dovete pur vendere i vostri giornali; però le storie di sesso tirano molto di più, non lo sapete ancora?

e adesso che si è sdoganata anche l’omosessualità, c’è comunque una fetta di popolazione un poco retrò che si scandalizza ancora per storie di romeni escort, di cocaina, che perdio è cosa privata, anche nel politico che rifiuta di fare il nome di chi gliel’ha venduta, vero?

ma dai: l’unica cosa che mi attira lì dentro, in questa vostra generosa inchiesta, sapete cos’è? il nome di Tony Blair.

e non chiedetemi perché; è uno sfizio che mi tolgo, punto e basta.

. . .

ah, ci sono pure altri 300 politici di oltre novanta nazioni, ministri, leader di partito, parlamentari, insieme a generali, capi dei servizi segreti, manager pubblici e privati, banchieri, industriali?

ok, allora facciamo una nuova legge Severino, che esclude dai diritti politici tutti i nostri evasori nazionali.

ma come? dite che sono proprio scemo? una nuova legge Severino quando radicali e leghisti fanno un referendum per cancellare anche quella che c’è, così che neppure una condanna in primo grado allontani il cane di Pavlov dalla scodella dove mangia tranquillo?

. . .

ma con Blair ci sono il capo del governo della Repubblica Ceca, il ministro olandese dell’Economia, il Re di Giordania – che ha fatto sapere che lui è citato a vanvera, dato che come re non paga certo le tasse; neppure la regina Elisabetta le paga , e che cavolo! -, i presidenti di Ucraina, Kenya, Cile, Ecuador.

Ma ci sono anche criminali – forse volevano scrivere: altri criminali, ex terroristi, bancarottieri, trafficanti di droga, boss mafiosi e i loro tesorieri: insomma, ho capito: una completa rassegna di uomini (e donne) di successo; infatti ecco anche attori, calciatori, e via dicendo.

naturalmente per molti sarebbe curioso sapere, oltre che dove hanno depositato i soldi, come hanno fatto a farli, questi politici europei e sudamericani, dittatori africani, ministri asiatici, sceicchi arabi, oligarchi russi, multi-miliardari americani, indiani, messicani e di altre nazioni.

e il bello è che molti di questi politici sono paladini in patria di battaglie mediatiche contro la corruzione, probabilmente per fare le scarpe ai concorrenti.

. . .

a proposito: ecco dei casi in cui si fiora la cronaca nera:

il capo dello stato ucraino che un mese prima delle votazioni in cui è stato eletto nel 2029 cede le sue azioni ad un amico, ma questo viene preso a colpi d’arma da fuoco due settimane fa e si salva.

e Delfo Zorzi, nazifascista, condannato nel 1968 per possesso di armi ed esplosivi, e dichiarato innocente in via definitiva della strage di piazza Fontana, dopo una condanna in primo grado, che figura nell’elenco come cliente di una società fiduciaria svizzera controllata da prestigiosi avvocati ed ex magistrati, col suo nuovo nome giapponese, ottenuto a Tokyo dove vive dagli anni ’70.

be’, leggo e non mi emoziono più, non ho più nessuna indignazione.

. . .

l’indignazione è una brutta bestia, perché al suo fondo sta una frustrazione, che potrebbe nascondere voglia di emulazione.

a me pare che questi nomi, scoperti da un lavoro di anni di 600 giornalisti siano soltanto gli scampoli casuali di un sistema: guarda caso, sono tutti personaggi in fondo minori.

perfino la cameriera che diede a Putin una figlia nel 2003 e che ora si trova ricca a Montecarlo di proprietà nascoste al mondo.

resto dell’idea, io povero cane di Pavlov che non reagisce più agli stimoli, che sfruttamento, corruzione, evasione, arricchimenti illeciti siano molto più vasti e diffusi, anzi rappresentino la vera spina dorsale di questo sistema politico-economico.

quindi, giro la testa dall’altra parte, con una specie di sbadiglio: perdonatemi, se potete.

5 commenti

  1. Sono giunto alla tua stessa conclusione: forse la notizia è un potente che rispetta delle regole in linea di principio esistenti “per il bene di tutti” (ma, come sai, io non sono di questa ipotesi).

    "Mi piace"

  2. Poi danno tredici anni a Lucano… a questo punto uno alza le mani e si dichiara prigioniero politico. Magari qualcuno si chiede (per finta) come mai la gente non va più a votare. La verità è che questa gente non viene schifata come dovrebbe, ma invidiata e magari portata a esempio. Quando con quei soldini si potrebbe pagare parte del reddito di cittadinanza, al quale loro sono sicuramente contrari.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...