certe magagne nella sperimentazione del vaccino Pfizer – 526

il volonteroso tamtam che attraverso la rete cerca di costruire correnti di informazione alternativa alla narrativa ufficiale arriva anche a me:

Sul BMJ British Medical Journal, che non è ne’ il giornale dei novax né quello dei no green pass, il 2 novembre 2021 si riporta che l’organizzazione di ricerca della Pfizer ha falsificato i dati nei risultati della sperimentazione del vaccino covid-19 di fase III ed ha licenziato coloro che hanno riferito alla FDA di pratiche di sperimentazione non etiche, e viene citato anche l’ informatore. https://www.bmj.com/content/375/bmj.n2635

ottimo, ma cerchiamo di non diffondere segnali di fumo; vado a vedere e la notizia va ridimensionata almeno rispetto alla forma con cui mi è arrivata.

. . .

ecco titolo e sottotitolo di quell’articolo:

Covid-19: una ricercatrice denuncia i problemi di integrità dei dati nella sperimentazione del vaccino di Pfizer. Rivelazioni di cattive pratiche in una società di ricerca a contratto che aiuta a condurre la sperimentazione del vaccino contro il covid-19 di Pfizer sollevano interrogativi sull’integrità dei dati e sulla supervisione normativa.

si tratta dunque di una società di ricerca, esattamente il Ventavia Research Group, che stava testando il vaccino Pfizer in diversi siti in Texas durante l’autunno scorso per conto dell’azienda produttrice – non si tratta direttamente della Pfizer.

la direttrice regionale del gruppo Ventavia, che aveva inviato una mail di reclamo contro la falsificazione di dati e la lentezza nello studio degli eventi avversi nella fondamentale fase III della sperimentazione, è stata licenziata quel giorno stesso, dopo due settimane di impiego; lei allora ha passato una notevole documentazione al British Medical Journal, un autorevole periodico medico.

insomma, tutto il lavoro veniva condotto in fretta e con approssimazione, ma,soprattutto, il tutto si svolgeva in una palese situazione di conflitto di interessi e con qualche copertura anche da parte dell’ente statale addetto al controllo, la FDA. del resto questo ente è carente di personale e riesce a condurre ispezioni soltanto sull’1% dei siti di sperimentazione clinica: 50 ispezioni in tutto nel 2020.

nonostante la segnalazione mandata alla FDA, il Ventavia Group non è stato sottoposto a ispezione; a dicembre il vaccino Pfizer è stato autorizzato; e ad agosto di quest’anno è uscita una relazione sulle ispezioni fatte dalla FDA in relazione al vaccino Pfizer, in 9 dei 153 centri in cui si sono svolte le sperimentazioni preliminari; il Ventavia Group non era tra questi.

altri due dipendenti hanno confermato la situazione di disordine del centro al BMJournal, ma in modo anonimo, per paura di rappresaglie: non esisteva nemmeno un numero di tamponi sufficienti per la verifica delle condizioni dei vaccinati e i dati venivano falsificati.

. . .

naturalmente può trattarsi di un caso isolato, che non fa testo.

naturalmente le accuse potrebbero essere enfatizzate, pur se confermate in forma anonima, e anche se il giornale che le ha raccolte è serio.

tutto questo non è sufficiente per dare un giudizio generale sulle condizioni nelle quali si è svolta la sperimentazione che ha poi portato all’autorizzazione del vaccino Pfizer.

solleva solamente dubbi, e forse neppure i dubbi più importanti.

. . .

è di oggi la dichiarazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che l’Europa sta ridiventando il centro principale di diffusione del covid.

mi pare però che anche il numero giornaliero dei morti USA sia molto elevato: ieri sono stati poco meno di 2mila.

in Europa sono più colpiti i paesi meno vaccinati, ma tra i vaccinati quelli che hanno ridotto di più i provvedimenti di protezione sociale.

in Italia al momento la situazione sembra abbastanza stabilizzata attorno ad una media di 40 morti al giorno ed è sostanzialmente la stessa che si aveva al 15 ottobre, al momento dell’entrata in vigore del greenpass.

al momento questa misura non ha avuto effetti significativi: se dovevano essere positivi, saranno stati equilibrati in negativo dalla maggiore aggressività del virus e dalla stagionalità; se dovevano essere negativi, come ipotizzavo per paradosso, pensando alla naturale riduzione delle forme di distanziamento sociale da parte di chi si sente falsamente sicuro, questi sono stati compensati dal leggero aumento della percentuale dei vaccinati.

attualmente il numero giornaliero dei morti nel mondo si aggira attorno ai 7mila, ed effettivamente Asia, Africa e Sud-America sono in questo momento quasi indenni dal virus.

questa è la carta di distribuzione dei nuovi casi attualmente:

. . .

e questa è la situazione delle vaccinazioni (in blu i paesi più vaccinati nel mondo).

la correlazione è sconcertante.

certamente correlare non significa stabilire rapporti chiari di causa ed effetto: forse si vaccina di più dove si muore di più.

ma quanto meno verrebbe da dire che i modi di vita occidentali favoriscono al momento il successo del virus nonostante i vaccini.

se poi qualcuno volesse dire: proprio grazie ai vaccini, adottati frettolosamente per salvare il mercato, la produzione, il lavoro, il benessere, sembrerebbe un pensiero troppo bizzarro.

questo virus non si lascia interpretare tanto facilmente.

. . .

ma io sarei già abbastanza contento se qualcuno continuasse a porsi la domanda se possa essere risolutivo puntare tutto sui vaccini per affrontare una pandemia dove l’immunità di gregge non si può raggiungere, dove i vaccini non impediscono malattia e contagi, ma li attenuano, dove le varianti si moltiplicano anche per la selezione darwiniana dei vaccini e dove i vaccini senza forme di protezione sociale risultano parzialmente inefficaci.

continuo, flebilmente, a credere nel dubbio e a pensare che vale la pena di interrogarsi.

però sia ben chiaro che dico questo perché ritengo che si debba dare peso alle forme di protezione sociale e che chi rifiuta sia queste sia i vaccini non sa bene quel che vuole.

27 commenti

  1. Ad un primo sguardo mi sembra che il gruppo dei paesi piu contagiati al momento sia quello dello dell’emisfero boreale alle nostre latitudino dove sta sopravanzando la brutta stagione, cina esclusa per le ragioni che sappiamo. I paesi dell’europa dell’est hanno coperture vaccinali basse ottenuti con vaccini meno efficienti dei nostri.
    Continuo a pensare che di come si propaghi questo virus ne sappiamo ancora veramente poco.

    "Mi piace"

    • la spiegazione climatica che dai potrebbe essere l’uovo di Colombo per interpretare la situazione; tuttavia ci sono eccezioni come la Grecia e la Turchia, per un verso, e i paesi scandinavi per l’altro. d’altra parte lo scorso anno era stata negata una particolare sensibilità del virus alle temperature e si metteva l’accento della catastrofe invernale piuttosto sulla vita in ambienti chiusi, col clima freddo.

      vero anche che i cinesi hanno indicato nei prodotti surgelati uno dei possibili vettori del virus.

      ma in questo caso, anche la maggiore diffusione del virus in Russia e nei paesi dell’Europa orientale sarebbe dovuta alle temperature più basse, più che ai vaccini più bassi?

      difficile davvero orientarsi.

      per ora è certo che in Italia un buon tasso di vaccinazione + il mantenimento delle mascherine ha ridotto il numero dei morti drasticamente rispetto all’anno scorso, almeno finora… e credo che su questo si possa credere ad un rapporto di causa effetto

      "Mi piace"

  2. È proprio curioso che in paesi più vaccinati ci siano più contagi! Poi è anche vero che sono gli stessi paesi dove c’è più vita sociale… e si potrebbe ipotizzare che effettivamente le vaccinazioni scuotano le varianti.
    Comunque oltre ai vaccini, alle mascherine e al distanziamento… tengo particolarmente all’estensione delle cure 🙏 e in questo senso non si vede ombra di passi avanti…

    "Mi piace"

    • sì, anche io ritengo che la vera svolta ci sarà all’arrivo di cure mirate, cure vere e proprie.
      la strategia vaccinale è pura emergenza – del resto la cosa viene anche dichiarata, onestamente, almeno a livello scientifico, mentre alla massa gregge si fa credere il contrario, agitando la carotina dell’immunità che le spetterebbe, in quanto gregge, e il bastone del greenpass; e servirà soltanto fino a che non si troverà una cura.
      ieri c’era una notizia molto incoraggiante al riguardo, ma non l’ho ancora approfondita.

      la scoperta di cure mirate da parte della ricerca scientifica mertterà anche fine alla triste nenia che chi solleva osservazioni critiche sulla strategia vaccinale di lotta alla pandemia con vaccini sperimentali sia un nemico della scienza.

      naturalmente l’osservazione che i contagi sono maggiori nelle aree dove ci si vaccina di più vale solamente per le macroaree; gli esempi di Russia e paesi europei orientali dice il contrario nello specifico.
      ma poi abbiamo anche l’esempio inglese che dimostra che le vaccinazioni senza distanziamenti fanno un disastro.
      insomma, orientarsi è piuttosto difficile, ed ogni visione semplificata del problema è certamente sbagliata.

      Piace a 1 persona

      • Uh, sarò curiosa di leggere la notizia!
        Per quanto riguarda il mio pensiero, e non solo il mio, le cure esistono già e finirono addirittura in tv con il Direttore di un ospedale di Milano, Remuzzi, il quale diceva che con queste cure si azzerravano le ospedalizzazioni… dico io, e che aspettiamo ancora?! Dobbiamo far fare prima tanti soldini alle case farmaceutiche senza avere un reale beneficio? Non si sta lavorando in questo senso facendo tutto il possibile… e nel frattempo si parla già di quarta dose per i più fragili.

        Stavo leggendo un contatto che ho su facebook, una persona vaccinata che giustamente dice questo, e dovrebbero arrivarci tutti i vaccinati:

        “A volte è difficile capire la logica dei media. Dobbiamo ancora partire con la terza dose per tutti, che già introducono la necessità della quarta per i solito trio fragili-immonudepressi-anziani, poi ovviamente diverrà obbligatoria per tutti gli altri. Sarebbe conveniente almeno aspettare che la terza dose venisse inoculata in massa, prima di ventilare l’assoluta necessità della quarta, altrimenti persino a noi vaccinati potrebbe venire il dubbio che questo accatastarsi di dosi una dopo l’altra serva a coprire altri problemi, tipo la dismissione delle profilassi nei luoghi di lavoro, il pressoché azzerato tracciamento, i trasporti pubblici ritornati a piena capienza.

        Ovviamente anche solo porre questi dubbi ti fa etichettare come un complottista no vax, ma ad un certo punto i media e l’esecutivo dovranno smettere di appellarsi all’intoccabilità della Scienza e dei suoi misteri e spiegarci perché il vaccino funziona perfettamente ma non troppo, il green pass ha portato chi non ce l’ha ad abbandonare lavoro e vita sociale eppure continuano le catene di contagi nei luoghi di lavoro, ecc

        Sul vaccino ormai il mistero è così fitto, che solo l’intoccabilità sacrale da cui è stato avvolto non ci permette di fare pubblicamente la domanda che ormai molti si stanno ponendo sotto voce: quanto funziona esattamente?”

        È vero, sì, in Russia i contagi saranno dovuti sicuramente al fatto che non avevano un briciolo di distanziamento… così come altri paesi dove i contagi son saliti, perché son tornati alla normalità tutto insieme… eppure, prima o poi questo virus dovrà diventare endemico, eh! Non si è stancato ancora? 🙈 però poi vedi che al G20 stanno senza mascherine e le mettono solo per la foto… allora uno si chiede: di che portata è questa emergenza? E non solo al G20, ho visto video anche di Megan e il principe che mettevano le mascherine non appena comparivano le telecamere. Boh… e nel frattempo fino al 31 dicembre è vietato manifestare a Trieste, però le persone che scesero in piazza per il DDL Zan manifestarono come nulla fosse. Sono queste contraddizioni a far sorgere dei dubbi e a porsi mille domande…

        Concordo: ogni visione semplificata è sbagliata.

        "Mi piace"

        • concordo perfettamente con la tua conclusione.

          le notizie nel frattempo sono diventate due, perché poteva mancare Pfizer?
          ieri Johnson ha autorizzato l’uso in Inghilterra del molnupiravir prodotto dall’azienda Merck & Co.
          serve “per il trattamento della malattia da lieve a moderata negli adulti che sono risultati positivi al Coronavirus e presentano almeno un fattore di rischio di sviluppare la malattia in forma grave. Verrà commercializzato con il nome di Lagevrio.”
          USA e UE stanno ancora valutando la sicurezza del farmaco, però negli USA questo nuovo trattamento è “disponibile per l’uso di emergenza, prima di un’autorizzazione all’immissione in commercio”; se ne prevede però la produzione soltanto di 10-20 milioni di dosi entro dicembre. l’efficacia non sembra però straordinaria.

          oggi Pfizer si è precipitata a dichiarare, naturalmente, di avere anche lei pronto un farmaco molto più efficace: all’89% addirittura. questo presunto farmaco non ha ancora neppure un nome, i dati della sperimentazione non sono ancora stati pubblicati o sottoposti a verifica esterna, ma verranno presentati all’Agenzia del Farmaco americana “appena possibile”.
          per ora si tratta, evidentemente, di strategie di marketing.
          i costi di questi trattamenti saranno ovviamente altissimi; altrove avevo letto che un trattamento costa 700 euro.

          io non sono così sicuro che le cure esistano già, o meglio, credo che ci siano diverse cure possibili, ma manca la volontà politica del Ministero di dirigere e coordinare queste ricerche, perché si è deciso di puntare sulla strategia vaccinale, anche per evidenti motivi geopolitici: arricchire gli americani.

          condivido tutti i tuoi dubbi e quelli del tuo contatto Facebook; mediaticamente non mi pare che si sia alla ricerca di una qualche verità, peraltro molto difficile da definire, ma ciascuno stiracchia informazioni frammentarie per scopi suoi.
          una delle prime cose che vorrei sapere, ed era stata promessa già più di un mese fa è che nel comunicare il numero giornaliero dei morti ci dicessero quanti erano vaccinati e quanti no: non dovrebbe essere così difficile: perché non lo fanno?

          Piace a 1 persona

          • Condivido: manca la volontà politica da parte del Ministero per dirigere e coordinare le ricerche sulle cure, perché si è deciso di puntare sui vaccini e basta.

            Tante cose, inclusa la conta dei morti tra vaccinati e non, per noi ci paiono semplici, eppure continuano ad ignorarle ai piani alti, nonostante possano risultare cose importanti.

            Ora è corsa alla piccola e a farmaci 👀 pensa che avevo letto anche che insieme ai vaccini per i bambibi dai 5 agli 11 anni, ci saranno farmaci per evitare possibili coagulazioni e miocarditi… ma perché far correre un rischio del genere ai bambini?! Mah! Spero che almeno questa campagna tra i più piccini non decolli.

            "Mi piace"

              • Mi dispiace molto, anche io al tuo posto cercherei in tutti i modi di evitargli la vaccinazione, ma alla fine purtroppo la decisione finale spetta ai genitori… immagino che avrai già provato a dissuaderli, ma non è servito. Anche io non ce l’ho fatta a dissuadere alcune persone a cui tengo.

                "Mi piace"

                • no, non mi permetto di interferire direttamente nelle scelte che fanno sui figli, anche se certamente parliamo del problema in generale.
                  i miei figli già genitori sono due e le due famiglie sono su due linee differenti; non so bene a che scelte si arriverà nel primo caso, se il provvedimento dovesse davvero arrivare; nell’altro caso dubbi non ce ne sono, mi pare, ma abbiamo avuto meno occasione di parlarne.
                  e fai conto anche che in questo secondo caso il covid in casa uno dei genitori l’ha già avuto, in forma non troppo grave per fortuna (caso non diagnosticato al momento a ospedali pienissimi, ma assolutamente certo, per gli esami successivi), gestito a casa, ma con strascichi lunghi e di mesi. naturalmente questo cambia anche la dimensione psicologica del problema e rende molto più difficile parlarne.

                  Piace a 1 persona

                  • Capisco. È vero, chi ha vissuto il Covid da vicino, o sulla propria pelle, è più propenso al vaccino e non ci pensa due volte. Eppure, sai? Per le cose che ho letto tra i guariti, pare che le cure stesse incidano sul dopo, e cioè che magari curando in un modo il Covid non avrà strascichi particolari, mentre curando in maniera non correttissima, il rischio di long covid è più elevato. Poi ormai sappiamo che questo virus è diverso in ogni organismo e ogni organismo reagisce e lo prende in un modo diverso da un altro.
                    Spero che i tuoi figli ci pensino bene e meglio, e che il governo non metta l’obbligo per entrare a scuola…

                    "Mi piace"

                    • purtroppo se il greenpass diventerà obbligatorio per entrare a scuola, una resistenza sarà impossibile; c’è già stata una vicenda simile qualche anno fa, con la storia dei 10 vaccini obbligatori; ma lì almeno è stato possibile rifiutarsi di farli e pagare una multa, anche se salata.

                      la battaglia la si fece anche allora, perché 10 vaccini assieme sono una follia, a parer mio, ma fu sempre uno sbattere la testa contro il muro.

                      https://corpus15.wordpress.com/?s=vaccini – ovviamente valgono soltanto i post del 2017-19…, alcuni dell’elenco, successivi, sono per il covid.

                      – in quel caso non ci furono neppure cure particolari: dominava il caos, le ambulanze passavano ogni giorno a sirene spiegate; per fortuna la fibra era forte e ne uscì; ma la signora sessantenne del piano di sotto, nelle stesse condizioni, morì.

                      ovvio che da quelle parti c’è molta più paura: mia figlia mi ha detto proprio oggi che non mi vengono più a trovare, se non mi vaccino, per prudenza,,, 😉

                      Piace a 1 persona

                    • Quanto materiale!
                      Fa impressione vedere che la sostanza non è cambiata. Dieci vaccini non sono pochini ma, soprattutto, come ti chiedevi anche tu, perché farli se non c’era alcuna pandemia? I paesi “ricchi” si distinguono dai poveri tra le cose per una corretta igiene personale e perciò già questo ci evita di ammalarci di malattie che sorgono dove c’è mancanza di igiene e ambienti non salubri.

                      È un peccato che tua figlia la pensi così 👀 lo saprà che anche i vaccinati contagiano! E se poi crede che il vaccino la proteggerà davvero, non vedo perché se ne dovrebbe preoccupare. Non ricordo se te lo dissi già, ma mi è capitato di sapere di un dialogo tra giovanissimi vaccinati che ad un loro amico dicevano “ma veramente la tua fidanzata non è vaccinata?! E ci stai ancora insieme?!”, manco avesse l’AIDS e fosse un’appestata! Questo per dirti come molte persone pensano davvero che i non vaccinati siano un pericolo…
                      Intanto, volevo capirci qualcosina di più rispetto anche a come sia nata la fissa delle vaccinazioni e di come il governo sia arrivato a decidere per la salute del singolo, scavalcando il diritto all’autodeterminazione, e così mi sono imbattuta in un libro: “Medicina e biopolitica” di Michel Foucault… lo sto trovando interessante 👍

                      "Mi piace"

                    • l’unica eccezione ammissibile era, secondo me, quella del vaccino contro il morbillo, visto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità aveva deciso una campagna mondiale per farlo sparire, considerando che è un virus stabile e senza mutazioni, come avvenuto decenni fa col vaiolo. ma l’Italia si dimostrò anche in quella occasione leader europea del vaccinismo, allargando il campo in maniera sconsiderata. e pensare, come ricordavo anche lì, che un decennio prima la sinistra aveva presentato un disegno di legge per eliminare l’obbligo vaccinale!

                      ecco, sarebbe interessante capire quanto conti nel nuovo vaccinismo della sinistra italiana la posizione di uno dei potenti della Terra, Bill Gates, che ha impostato la sua vita intera e destinato una parte enorme della sua ricchezza personale debordante all’idea che la salute degli esseri umani, messa in crisi dalla speculazione ambientale, si difende non combattendo la povertà e creando un ambiente più sano e migliori abitudini igieniche, ma vaccinandoli.
                      ecco, io credo che sia questo che permette di dire che il vaccinismo acritico e ad oltranza è solo la veste che assume lo sfruttamento capitalistico del pianeta in ambito sanitario – quello che una parte importante della nostra sinistra non capisce, quando si reinventa come vaccinista ad oltranza.

                      questo non impedisce di ammettere che per alcune malattie (vaiolo, morbillo, poliomielite, per esempio) e in alcune situazioni di emergenza pandemiche, come quella attuale, i vaccini presentano indubbie positività; tuttavia al momento attuale il carattere sperimentale di ALCUNI vaccini, quelli sui quali ha deciso di puntare l’Occidente per motivi geopolitici di potere e la mutabilità continua dei coronavirus impediscono di pensare che la lotta alla pandemia attuale per la via vaccinale sia destinata ad avere un successo strategico a lunga distanza.

                      scusa di nuovo la chiacchierata troppo lunga…, ma comunque incompleta.

                      Piace a 1 persona

                    • Figurati per la chiacchierata! A me non annoia 😃 e quello che dici non è mai banale, c’è sempre qualcosa di interessante. Ovvio che la chiacchiera sarebbe ancora più gestibile se fosse a voce e non scritta, ma ci accontentiamo 🙆‍♀️

                      Non sapevo infatti che allora la sinistra presentò addirittura un disegno di legge contro l’obbligo vaccinale… quella sinistra lì non esiste più 😲 un appiattimento totale, senza più opposizioni.

                      Ma poi non è vero che il campo di Bill Gates è quello della tecnologia, dell’informatica? Invece continua a intromettersi nel campo della salute e nessuno gli chiude le porte. Sai? Circa un mese fa, girava anche un video dove in auto c’era Bill Gates che stava andando ad incontrare Biden, e diversi inglesi nel video battevano i pugni contro l’auto, urlando “arrestate Bill Gates”… allora qualcuno al video commento che probabilmente stava andando da Biden per discutere come muoversi (quali soldi fare) anche per la questione del clima.

                      Anche io non demonizzo tutti i vaccini, solo questi qui particolarti con questa nuova tecnologia. Eppure non credo che sia una bufala, come avevi scritto in un tuo articolo, quea secondo cui i vaccini fanno venire l’autismo. Sono casi rari, però esistono: su Facebook seguo due o tre pagine di mamme che raccontano la storia dei loro figli danneggiati dai vaccini; in particolare seguo di tanto in tanto la quotidianeità di una mamma che mostra che, a seguito del vaccino trivalente, mentre la figlia femmina non ha avuto alcun problema, il figlio maschio è diventato autistico… se lo vedi, non riesce a esprimersi come un bambino normale, né riesce a camminare in maniera coordinata. Uno potrebbe chiedersi “sicuro che è stato il vaccino?” E ti direbbe di sì, perché prima era un bambino assolutamente normale, era sorridente e gioiosa, mentre il giorno subito dopo il vaccino si svegliò e guardava nel vuoto, non parlava più, era serio e aveva come delle scosse nelle gambe… ed è da anni che i genitori stanno combattendo per questa causa, ma intanto purtroppo il loro bambino sorridente e sano nessuno più glielo porterà indietro. Non ti dico poi i soldi che spendono per curarlo.
                      Non so se riesci ad aprire questo link che riporta su Facebook, ma la mamma racconta in breve cosa avvenne quel giorno e mostra il figlio prima e dopo la vaccinazione… https://www.facebook.com/1552168050/posts/10212146220801393/?sfnsn=scwspmo

                      Una volta lessi anche che i vaccini, in generale, vanno somministrati tenendo conto anche del gruppi sanguigno del bambino e di tante cose specifiche che magari nessun genitore ne viene a conoscenza e magari potrebbero evitarsi questi casi che saranno anche rari, però danneggiano una vita per sempre.

                      "Mi piace"

                    • quanto al chiacchierare a voce, chissà. non poniamo limiti, ma intanto aspettiamo che passi almeno la situazione di emergenza…

                      non riesco ad aprire il link che mi hai mandato: dovrei re-iscrivermi a facebook… 😦

                      la questione del rapporto fra vaccini ed autismo l’avevo studiata a fondo qualche anno fa ed ero arrivato alla conclusione che si tratta di una bufala, come del resto è considerato accertato in campo scientifico.
                      anzi, si è proprio verificato che la prima diffusione di questa correlazione fu una vera e propria frode dovuta a precisi interessi economici, con l’invenzione di una falsa ricerca.

                      quanto alla testimonianza che dici, la prima osservazione che posso fare è che i sintomi che quella madre descrive non hanno proprio NIENTE a che fare con i sintomi dell’autismo (che è peraltro una sindrome molto vaga e anche imprecisa, ma i suoi sintomi sono sostanzialmente psicologici).
                      piuttosto – per quel che dici – fanno venire in mente una paresi spastica – ma naturalmente dovrei saperne qualcosa di più.

                      una paresi spastica può essere provocata da un infarto cerebrale o ictus; che questo possa essere messo in correlazione col vaccino trivalente non sono in grado di dirlo; tantomeno posso affermarlo in quel caso.

                      la mamma ne è sinceramente convinta nel suo caso e non è strano, considerando come funziona il cervello umano; ma potrebbe essere un caso da manuale di bias cognitivo, come si suole chiamarlo, cioè in parole povere di falso ragionamento.
                      per stabilire che i vaccini trivalenti possano eventualmente creare ictus cerebrali, e quindi anche paresi spastiche, occorre una osservazione sistematica che rilevi più casi dove la relazione causa effetto risulti chiara.
                      un singolo caso di correlazione, anche se fosse accertato, non permette nessuna teoria generale, in quanto può esserci una coincidenza nel tempo, ma la causa essere diversa.

                      ciao!

                      Piace a 1 persona

                    • Aggiungo solo che “autismo” l’ho definito io, quindi pardon per non essermi spiegata bene, anzi, ho sbagliato a trarre io le conclusioni vedendo come è diventato il bambino, la difficoltà a parlare, ecc.
                      Sì, lessi l’articolo dove spiegavi di questa frode e non la metto in dubbio.
                      Insieme al vaccino trivalente, sottopose il figlio anche ad altri due vaccini e ci tenne a specificare i lotti, forse perché quel lotto specifico poteva essere pericoloso (ipotizzo).
                      Sii, aspettiamo che passi l’emergenza, sperando che non passino altri anni ancora 😐
                      Ciao ciao Mauro 👋

                      Piace a 1 persona

        • io continuo a pensare che meno si guarda la tv e meglio è. Mario Giordano, poi! possibile che diventi meno inaffidabile proprio stavolta? ma è ovvio che fa parte della claque della destra economicista, che nega il virus perché preferisce l’economia, che è poi la politica di Johnson, il leader conservatore inglese.

          io lascio perdere le propagande e guardo i numeri.

          il Regno Unito ha avuto ieri 214 morti covid ed ha una media di 170 morti al giorno negli ultimi 7 giorni; la popolazione è simile a quella italiana, quindi hanno circa un quadruplo di incidenza del virus nei decessi. il numero è in lenta, ma costante crescita da un mese.
          https://www.google.com/search?q=morti+covid+UK&rlz=1C1CHBF_itIT946IT946&oq=morti+covid+UK&aqs=chrome..69i57j0i22i30l9.6345j0j7&sourceid=chrome&ie=UTF-8

          vero che hanno passato momenti ben più terribili a febbraio, arrivando a 1.600 morti al giorno.

          comunque sembra che gli inglesi, Johnson e Giordano siano contenti così e contenti i primi…

          quanto a Giordano, evidentemente è un mentitore, ma lo è da sempre, perché meravigliarsi?

          Piace a 1 persona

          • Grazie 👍non lo conoscevo come “mentitore”, lo seguo solo di recente… e quindi anche il giornalista del Sole 24 non sarebbe affidabile?
            Comunque, sì, i numeri parlano… sempre ammesso che siano numeri onesti. È che anche il video amatoriale faceva vedere persone tranquille e tornate alla normalità, non il video di Fuori dal coro, ma quello che ho riportato sotto. In ogni caso, la verità la sanno certamente i medici negli ospedali del Regno Unito 🙆‍♀️ . Poi io non sono della materia e mi chiedevo quanti morti facciano altre patologie, come il cancro… mi chiedevo cioè se questi morti siano davvero tanti, o se per altre patologie li avremmo lo stesso

            "Mi piace"

            • il mio giudizio su Giordano è soggettivo, naturalmente, e legato a precedenti esperienze, ma lo vedo confermato anche questa volta.
              i numeri sono quelli ufficiali comunicati dal governo, che semmai cercherà di diminuirli, non certo di aumentarli.
              è una statistica internazionale giornaliera che ti consiglio di guardare ogni tanto, per non farti schiacciare dalla propaganda.

              no, i medici degli ospedali non sanno la verità globale, hanno soltanto una verità parziale, come il giornalista del Sole 24 ore, che peraltro non sta scrivendo un articolo, e neppure un post, ma sta facendosi una chiacchierata da bar al telefono e racconta la sua esperienza immediata.
              non mente, racconta quel che vede lui; scorretto Giordano che strumentalizza una testimonianza parziale facendole assumere un valore generale.

              i morti per tumore in Italia nel 2020 sono stati 183mila (sono andato a vedere), quindi direi una volta e mezzo i circa 112mila morti in eccesso rispetto alle medie annuali che secondo l’ISTAT possono essere attribuiti al covid nello stesso anno.
              ma i morti per cancro sono una costante legata a vari fattori; non sono mica l’effetto di una epidemia e soprattutto non risulta che siano contagiosi.
              questi 112mila morti l’ISTAT li ha calcolati come morti in più nel 2020 rispetto alla media annuale; sono calcoli abbastanza certi; sono di più dei morti ufficiali dichiarati dal Ministero della Salute per la stessa causa (75mila), magari alcuni saranno morti per il covid solo indirettamente perché gli ospedali erano pieni e non hanno potuto curarsi per altre malattie. ma questo è l’ordine di grandezza degli effetti diretti ed indiretti della pandemia.
              sui morti per infarto i numeri ballano moltissimo e non si capisce perché; si legge però anche che nel 2020 sono triplicati, proprio perché la gente andava meno in ospedale.
              altri numeri, per avere dei termini di confronto: morti per incidenti stradali nel 2020: 2.400; morti per incidenti sul lavoro 1.500 (sono compresi anche i morti covid); nel 2019 1.200 (senza covid).
              ciao.

              Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...