Astrazeneca e la farsa della democrazia – 120

nell’Europa che si definisce patria della democrazia e della trasparenza, le aziende produttrici dei vaccini hanno imposto che il loro prezzo resti riservato; è chiaro che decisioni come queste rappresentano degli autentici rovesciamenti dei rapporti di forza e segnano la costruzione concreta di nuove forma di potere post-democratiche.

girano comunque dei sentito dire; ma una sottosegretaria al Bilancio belga ha fatto di peggio, twittando una tabella con alcuni riferimenti ai listini; ha dovuto subito fare atto di contrizione e dichiarare che si è trattato di un errore: il suo post è stato rimosso, ma qualcuno è riuscito a fare uno screenshot in tempo:

sono le cifre che risultano a lei del costo dei diversi vaccini; magari sono valide solo per il Belgio (in Italia pare che costi 2,80 euro), ma sono comunque indicative ed è in ogni caso indiscutibile che Astrazeneca è il vaccino meno costoso sulla piazza tra quelli ammessi in Europa.

ovviamente sono in ballo cifre da capogiro; la tabella è parziale, perché ne comprende soltanto alcuni, ma risulta evidente l’anomalia del vaccino AstraZeneca, che costa in Belgio meno di 2 euro, mentre tutti gli altri hanno un costo che spazia dai 7,5 ai 18 euro.

. . .

che pensare allora del vaccino Astrazeneca al centro di una tempesta mediatica che lascia a bocca aperta?

lasciamo pure perdere la storia controversa di questa azienda anglo-svedese, che non è diversa da quella di altre del settore, ed è coinvolta in indagini diverse per truffe, evasione fiscale, promozione illegale di farmaci e falsificazioni di ricerche, oltre alla pratica di fare regali ai medici per favorire le prescrizioni dei suoi medicinali: basta guardare la relativa voce su wikipedia

(e per l’occasione fare una piccola offerta per sostenere l’enciclopedia online).

e fermiamoci a questo semplice dato per un vaccino prodotto con adenovirus modificati geneticamente in modo da indurre la reazione immunitaria alla proteina spike: costa da 4 a 10 volte meno degli altri.

mi sembra ovvio che i pescecani delle aziende farmaceutiche che producono questi altri, lucrando ben di più, utilizzino i media per metterlo prima in cattiva luce e poi arrivare addirittura a farlo sospendere.

e ci sono anche riusciti creando il panico nell’Unione Europea dei fessi.

. . .

purtroppo ha ragione Johnson, il primo ministro inglese ex-negazionista, sulla base dei dati dell’amplissima distribuzione compiuta nel Regno Unito: se qualcuno muore o ha qualche problema dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca a milioni di persone, occorre verificare se vi è un nesso di causa effetto e se le percentuali variano in modo significativo fra i vaccinati rispetto agli eventi ordinari nel resto della popolazione non vaccinata e allo stato attuale non risulta, per cui lui continua le vaccinazioni, continuando a dimostrare che ha fatto bene a uscire dall’Unione Europea confusa.

del resto, casi simili in proporzioni analoghe avvengono anche con gli altri vaccini, solo che i media non se ne occupano.

questa campagna è priva di senso; il rischio vero è a medio e lungo termine ed è rappresentato proprio dai vaccini di produzione americana, molto più costosi e prodotti con tecniche definite d’avanguardia, ma in realtà non verificate bene proprio per questi aspetti.

poi magari si trova sempre anche qualcuno disposto a pensare che un vaccino se costa poco vale meno.

ma in poche parole, la sospensione europea di Astrazeneca per alcuni casi del tutto isolati a me appare priva di senso e il clamore mediatico contro questo vaccino una tipica operazione orchestrata per confondere i fessi.

. . .

naturalmente sono stato molto in dubbio se era il caso di divulgare questo mio parere; ho sentito anche Crisanti, che nel merito dice cose simili, pur se approva poi la sospensione prudenziale (temo condizionato dall’onda mediatica).

poi ho pensato che male non faccio, proprio perché non sono particolarmente abilitato a dire la mia, e così chiunque può alzare le spalle e pensare che sono soltanto uno stupido presuntuoso.

Pubblicità

60 commenti

  1. @ fla 24 MARZO 2021 ALLE 9:46
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/03/23/vaccino-il-giudice-di-belluno-da-ragione-a-due-case-riposo-giusto-sospendere-dal-lavoro-gli-operatori-sanitari-che-lo-rifiutano/6142405/
    Non si tratta di giusto o sbagliato. Il vaccino probabilmente è utile (non al 100% magari). Dicevo solo che non lo si può rendere obbligatorio senza dichiararlo. Infatti fanno firmare il consenso informato per dire che accetti i rischi quando in realtà sei costretto. E non ti licenziano nemmeno.

    ho letto anche io questa notizia e mi pare confermi le mie affermazioni precedenti. il dipendente a contatto col pubblico che rifiuta di vaccinarsi va adibito ad altre mansioni che evitino questo contatto; altrimenti può essere sospeso senza stipendio (cosa diversa dal licenziamento).
    le norme che esistono lo prevedono già, non c’è bisogno di norme nuove, e ognuno è tenuto a conoscere le norme che ci sono.

    l’area di incertezza è quella che ho detto nel commento precedente; tuttavia il datore di lavoro ha il diritto di interpretare la norma nel senso che ho detto. il dubbio nasce soltanto dalla possibilità che non siano sicuri (piuttosto remota allo stato delle cose(.
    spetterebbe alla sensibilità di chi non intende vaccinarsi chiedere per primo il demansionamento per non diventare di rischio agli utenti.

    per me è abbastanza evidente che, se lavorassi ancora nella scuola, sarei tenuto a vaccinarmi e non potrei fare l’obiezione di coscienza che invece adesso vorrei fare.

    "Mi piace"

    • Per i vaccini testati nel tempo d’accordo. No se il vaccino è di fatto sperimentale con approvazione d’emergenza e senza che venga fatto un test sierologico per dimostrare che si ha bisogno del vaccino. Ma in ogni caso non sono contrario. In via di principio penso farebbero meglio a vaccinarsi se non altro per loro stessi considerato il settore. Il problema è l’obbligatorietà e la responsabilità che né Stato né l’istituto si vogliono prendere. Si dovrebbe firmare un consenso informato dove la responsabilità è di questi. Se qualcosa va male la famiglia andrebbe risarcita. Nessuno vorrebbe infatti morire per “non correlazione”.

      "Mi piace"

      • vedo che siamo sostanzialmente d’accordo, credo che il dipendente abbia diritto al test sierologico per dimostrare che non ha bisogno, eventualmente, del vaccino, dato che non rappresenta alcun rischio per gli utenti. ed è certamente del tutto arbitraria l’imposizione della firma di una dichiarazione nella quale esenta il datore di lavoro da ogni responsabilità in caso di conseguenze negative nel tempo.

        nel caso di Belluno non conosciamo le circostanze in modo più approfondito e non sappiamo se queste due condizioni erano state soddisfatte oppure no; quindi, giudizio sospeso, per quanto mi riguarda.

        "Mi piace"

        • Il datore di lavoro dovrebbe munirsi di un’assicurazione quantomeno. Se il dipendente si vaccina lo fa anche perché la sua attività possa andare avanti. Quindi è giusto che anche il datore di lavoro sia partecipe del risarcimento in caso di effetti collaterali, qualche volta anche fatali. Ma questo non è richiesto perché la piena responsabilità ricade sull’individuo che facendosi il vaccino firma il consenso prendendosi la piena responsabilità. Non poteva essere diverso a febbraio nel caso di Belluno. Su queste basi non si può fare, spiace per il giudice.

          "Mi piace"

          • vedremo se ci sarà un ricorso che sviluppi avrà la cosa.

            direi però che si deve tenere conto del fatto che effetti collaterali fatali sono molto rari e che difficilmente la giurisprudenza potrà occuparsi di quelli a più lungo termine, dei quali per ora si dubita soltanto…

            (cerco di mantenere una visione equilibrata, come vedi…)

            "Mi piace"

                • non funziona per due motivi:
                  a) i tuoi coetanei non stanno chiusi in casa. Infatti ieri c’erano tanti al bar, situazione di emergenza zona rossa;
                  b) devono consumare per far funzionare l’economia.

                  Se ne deduce che vanno obbligati a vaccinarsi. In alternativa possono sempre rinunciare alla pensione diventanto pensionati emeriti haha.

                  "Mi piace"

                  • ma che cosa non si fa pur di darmi contro, ahhaa…
                    sei contrario al vaccino obbligatorio per gli operatori sanitari e poi vuoi introdurlo per i pazienti?
                    io direi che gli anziani si regolino da soli: se vogliono rischiare di morire, si accomodino, il sistema pensionistico dirà grazie.

                    come potrai vedere dal mio post di oggi è probabile che il covid risulti letale per due gruppi di persone: 1) gli anziani, già debilitati per loro conto; 2) alcuni portatori di anomalie genetiche che facilitano la diffusione di un enzima che facilita l’infezione.
                    io sinceramente mi concentrerei sul secondo gruppo, cercando di individuarlo e di proteggerlo e lascerei gli anziani al destino che liberamente si sceglieranno, se devo rispondere alla tua ironia rendendoti pan per focaccia…: si vaccini chi vuole, si isoli chi vuole, rischi chi vuole…

                    "Mi piace"

    • be’, non è proprio la stessa cosa, direi: quello che stanno studiando si prenderebbe per via orale.
      così almeno si risparmiano le battute degli anti- vax, facilmente immaginabili, ahah.

      "Mi piace"

      • Ma infatti avevo detto “in maniera meno radicale”. Però lo scopo è arrivare sempre lì ed evitare di entrare nel sistema circolatorio subito. Però per via orale c’è sempre il rischio che non arrivi a destinazione a causa della digestione. Dall’altro l’lato no haha.

        "Mi piace"

          • per sdrammatizzare vista la situazione. Pensa come finirebbe bene in tutti i libri di storia del futuro.

            In ogni caso l’articolo dice anche una cosa secondaria ma non meno importante. Il vaccino orale si basa su più proteine del virus (3) il che lo rende più utile contro le versioni. Ora qualcuno mi spieghi come mai invece i vaccini attuali fondati sulla sola Spike vengono consigliati a chi ha avuto il Covid19. Teoricamente l’infezione dovrebbe aver esposto la persona ad un numero maggiore di proteine originali del virus.

            "Mi piace"

            • condivido completamente la tua osservazione finale: è una totale follia vaccinare chi ha già gli anti-corpi per essere stato malato oppure infetto asintomatico e nessuno ha un’idea precisa delle conseguenze.
              ci dicono, con noncuranza, che tanto rafforza gli anticorpi: su quale base?
              e tutto per risparmiare su un test preliminare da fare almeno a chi ha qualche motivo di dubbio?

              è proprio questo il motivo per il quale io non mi vaccinerò.
              questo gioco con la salute delle persone è irresponsabile.
              l’emergenza c’è, ma non può diventare un’emergenza di guerra, dove non conta se ci sono morti e feriti, purché si vinca.
              io sono un pacifista vaccinale.

              "Mi piace"

              • Il test sierologico si può fare in farmacia ma ovviamente devi pagare 30/40 euro in Piemonte. Tutto per fare business.

                Non è completa follia nel senso che la spike durante l’infezione nel collegamento con la cellula cambia forma. Questo riduce la capacità di collegamento delle altre spike dello stesso virus diminuendone la contagiosità. Gli anticorpi verranno prodotti contro una spike deformata rischiando di non individuare il bersaglio la seconda volta. Ma in ogni caso nulla garantisce che la versione artificiale sia più stabile.

                Questa è però sia una cattiva che una buona notizia. Il virus evolve sì verso varianti più contagiose ma alo stesso tempo la sua spike diventa più stabile. Gli anticorpi contro queste varianti saranno più efficienti. Forse, perché in Francia nella regione Brittany c’è una versione che non viene individuata dai test… vai a capire…

                "Mi piace"

                • be’ o sono calati i prezzi oppure in Piemonte si paga meno: qui l’anno scorso quando ho chiesto, chiedevano 70 euro in strutture private, naturalmente.

                  quindi, il virus si ristruttura continuamente…

                  staremo a vedere,

                  se puoi approfondire l’accenno finale, grazie… 😉

                  "Mi piace"

                  • https://www.france24.com/en/france/20210316-france-investigating-new-coronavirus-variant-detected-in-brittany

                    È una notizia di una settimana fa. Poi non ho trovato altri aggiornamenti. Ma magari hanno scelto la tecnica del virus anche per le notizie.

                    Intanto vedo che in Italia il vaccino è diventato obbligatorio, almeno per chi lavora nella sanità. Altrimenti stai a casa senza stipendio. Ma è costituzionale costringere a fare una scelta?

                    "Mi piace"

                    • ho letto il link, grazie; però non mi pare che le cose stiano come le avevi descritte tu: al momento (una settimana fa) si trattava di una delle tante nuove varianti che dobbiamo immaginarci che il virus continuerà a creare, ma non se ne sapeva ancora molto…

                      anche sul vaccino obbligatorio per i lavoratori sanitari i conti non mi tornano; non mi pare che ci siano nuove disposizioni, ma si è sempre legati alle disposizioni sulla sicurezza nel lavoro che esistono già.
                      devo chiarire che in generale, per vaccini ragionevolmente sicuri, perché testati per anni senza conseguenze collaterali, l’obbligo per determinate categorie di lavoratori è a mio parere perfettamente legittimo. non credo che tu possa ricordare, ma nel dibattito di qualche anno fa sulla vaccinazione obbligatoria contro il morbillo, io ero favorevole all’obbligo per il personale della scuola più che a quello per i bambini.
                      in discussione non è il diritto costituzionale all’autodeterminazione in campo sanitario, ma l’attitudine a svolgere un certo lavoro. nessuno sta obbligando a vaccinarsi, chi non vuole farlo può rifiutarsi; ma il datore di lavoro può rescindere il contratto se il lavoratore non fornisce garanzie adeguate di sicurezza. siamo in ambito contrattuale, non di legge.
                      e in casi estremi, la legge potrebbe comunque imporre il vaccino obbligatorio a tutti.

                      ma questo caso è diverso, almeno per ora, dato che si tratta di vaccini nuovi, non adeguatamente testati nella loro assoluta innocuità anche a medio e lungo termine e l’obbligo vaccinale per legge sarebbe una forzatura (secondo me): in caso di ricorso dell’obbligato alla magistratura, la magistratura potrebbe dargli ragione.

                      "Mi piace"

                    • https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/03/23/vaccino-il-giudice-di-belluno-da-ragione-a-due-case-riposo-giusto-sospendere-dal-lavoro-gli-operatori-sanitari-che-lo-rifiutano/6142405/

                      Non si tratta di giusto o sbagliato. Il vaccino probabilmente è utile (non al 100% magari). Dicevo solo che non lo si può rendere obbligatorio senza dichiararlo. Infatti fanno firmare il consenso informato per dire che accetti i rischi quando in realtà sei costretto. E non ti licenziano nemmeno.

                      "Mi piace"

  2. Certe volte penso che sarei più contento se venisse fuori che davvero “era tutto un complotto”, perché l’alternativa è che i giornali abbiano solo costruito una versione “aggiornata ai tempi” dello “sbatti il mostro in prima pagina”…

    (Aggiungo, sul tema dello scandalo cui accenni ad inizio post, che quelle tecniche innovative sono state raggiunte anche, ed in qualche caso soprattutto, con soldi degli stati: quegli stessi stati che ora accettano senza fiatare di ripagare le aziende che hanno foraggiato, e senza dire quanto…)

    "Mi piace"

    • sì, caro Gaber: per quel che dici nella seconda parte del tuo commento, non l’ho ripetuto qui soltanto per non sembrare un disco rotto che si è incantato sulle stesse quattro note, ma è uno scandalo nello scandalo.

      sul primo punto, invece, io che non sono mai stato un complottista e che ho passato diverso tempo della mia vita a scrivere post per smontare teorie bislacche e strumentalmente diffuse per nascondere i complotti veri, questa volta non mi meraviglierei neppure se qualcuno mi venisse a dire che il virus l’ha costruito in laboratorio qualche azienda produttrice di vaccini e l’ha diffuso dopo che aveva già preparato il suo…

      la mia è chiaramente soltanto una provocazione, sia chiaro; ma personalmente comincio a sentire il bisogno di un Tribunale di Norimberga e anche se razionalmente so che è soltanto paranoia, non posso impedire a questa paranoia di agire dentro di me in maniera sempre più forte.

      "Mi piace"

  3. Ti segnalo questo articolo: https://www.dw.com/de/astrazeneca-was-hat-es-mit-den-thrombosen-auf-sich/a-56884896

    Tu mastichi il tedesco meglio di me, mi sembra di aver capito che comunque in Germania è stata registrata una frequenza statisticamente anomala di un particolare tipo di trombosi cerebrale, che potrebbe effettivamente essere causata dal vaccino AstraZeneca. Ho capito male?

    Si tratta probabilmente di un evento avverso molto raro, ma mi sembra doveroso segnalarlo, fare i dovuti approfondimenti, e nel caso l’effetto collaterale fosse confermato prestare una particolare attenzione nella vaccinazione di quei soggetti più a rischio di trombosi cerebrale.

    Quello che è sbagliato è la comunicazione allarmistica e sensazionalistica!

    "Mi piace"

    • dice, in effetti, che ci sono stati in Germania 7 casi di una rara trombosi, con concomitante carenza di piastrine, di cui 3 mortali, su 1milione 600mila vaccinazioni. in questa trombosi delle vene del sinus, il blocco della circolazione venosa nel cervello porta ad un aumento della pressione sanguigna al suo interno e quindi può provocare emorragie che nei casi peggiori possono portare ad un ictus. da 2 a 5 persone all’anno su un milione possono subire questa malattia normalmente, ma studi più recenti in Australia hanno portato a calcolare l’incidenza in quasi 16 casi l’anno.
      ma la pillola anti-concezionale provoca 1.100 casi di trombosi ogni milione di donne che la assumono; e si fa tanto clamore per 7 casi su 1 milione e 600mila? e perdipiù senza che sia stata ancora verificata una connessione tra le vaccinazioni e i casi verificatisi…
      ma si replica che i casi di trombosi da pillola anti-concezionale non sono paragonabili per gravità alle trombosi del sinus. però anche questa affermazione viene smentita da un esperto: anche fra le donne che assumono la pillola si verificano con più frequenza casi di trombosi delle vene del sinus cerebrale.
      il direttore dell’Istituto Paul-Ehrlich, che valuta in Germania la sicurezza dei vaccini e di altri medicinali, considera molto probabile la connessione fra i casi verificatisi e la vaccinazione, ma non per questo valuta giustificata la sospensione del vaccino.
      un docente universitario afferma che non vi sono dati statistici che dimostrino una incidenza maggiore del normale di questo problema a seguito della vaccinazione: siamo nel normale campo di variabilità statistica dei numeri, secondo lui. del resto l’incidenza di queste trombosi, collegate di solito ad altre infezioni, è più alta nei mesi invernali. e il covid stesso provoca un aumento di queste trombosi.
      infine, ultima osservazione: come mai questo incremento si è registrato soltanto in Germania, mentre nel Regno Unito non se ne è vista traccia? qui, dopo avere distribuito 11 milioni di dosi, si sono verificati soltanto 3 casi di questo tipo di trombosi.

      mi pare tutto molto chiaro.

      Piace a 1 persona

        • è sicuro che il sistema di vigilanza inglese è molto meno interessato a cogliere i problemi del vaccino Astrazeneca, inglese, e quello tedesco molto più interessato a difendere il vaccino Pfizer-Biontech, di origine tedesca nella seconda parte del nome dopo il trattino.

          e tuttavia le notizie che ho riassunto qui sopra e che svalutano la cagnara teleguidata su Astrazeneca vengono direttamente dal sistema di vigilanza tedesco, e quindi sono portato a considerarle particolarmenbte credibili ed obiettive.

          (sinceramente questa tua obiezione, stavolta, mi pare frutto di una posizione preconcetta).

          io credo piuttosto che tutta questa incredibile posizione tedesca sia legata alle forti tensioni del momento per la brexit e per il fatto che di nuovo Johnson non sta rispettando gli accordi, per cui si rischia di andare verso uno scenario di guerra commerciale e quindi anche vaccinale fraEuropa continentale ed Inghilterra, ripetendo Napoleone ed Hitler, per ora in maniera incruenta, ma non meno dura.

          "Mi piace"

  4. Elevato alla potenza, ha prodotto il risultato che si deve spendere di più, cambiare tutti i piani delle vaccinazioni con altri ritardi. Una media di 300 ricoveri nelle terapie intensive e semiintensive, quarantena e ondata lunga di invasione delle varianti. Non più solo l’inglese, la brasiliana, l’africana, la thailandese ecc. Niente lavoro per tutti gli artigiani i commercianti e le scuole chiuse. Paralisi!
    Quali sono gli accordi economici degli Stati Europei con America Russia e Cina? E non so chi altri… Sono disastri annunciati a scopo di lucro!
    Ho comprato 1 milione di tonnellate di pillole “me ne sbatto” da regalare a chi “vende la verità”. Esagero giusto per rendere l’idea che ho .
    Caro Mauro, tu sei ricercatore per eccellenza della verità, continua a esserci, grazie ✌️💪❤️🧠🌐

    Piace a 1 persona

    • grazie Francesca: cerco sempre di ricordarmi che un conto è ricercare la verità e un conto è pensare di trovarla.
      tuttavia una cosa mi sembra indiscutibile e tremenda: la pandemia ha prodotto uno scatenamento dei peggiori aspetti della nostra società, ma forse dovrei dire perfino degli istinti umani. un anno fa, ricordo, discutevo su questo blog ritenendo che la pandemia avrebbe potuto creare una spinta alla solidarietà umana planetaria; mi sbagliavo e aveva ragione chi mi metteva in guardia dal troppo ottimismo.
      siamo precipitati nel caos di messaggi contraddittori, di giochi di potere sulla pelle dei morti e degli invalidati; in ondate di emotività cieca e manovrata dai pescecani di turno. c’è di che disperarsi.

      Piace a 2 people

      • Ricordo il dibattito, io ero tra i pessimisti. Ma io sono un inguaribile pessimista cronico, a volte penso il peggio anche quando (col senno di poi) non ce ne sarebbe motivo, perciò non faccio testo!

        "Mi piace"

      • Mauro purtroppo sono d’accordo, anch’io speravo che si potesse vedere la luce in fondo al tunnel. Ripeto cerchiamo sempre quella luce, un conto sono i malintesi, altro gli intenti mondiali per equilibri geo politici, cioè economici, dei veri pazzi. Siamo iimpotenti. A quanto pare, siamo troppi, occorre tagliare. Chi resta “nel mercato è sottoposto alle leggi del mercato mondiale”. Gli altri?! Non contano un tutulo… Sono cruda sono sfiduciata forse .. Anche eccessiva nell’affermare senza alcuna diplomazia in due parole questo tanto, troppo, magari per me. Grazie

        "Mi piace"

        • come sai, io non sono sicuro che i vaccini siano la luce in fondo al tunnel, in quanto possono essere lo strumento involontario per costringere il virus a mutazioni ancora più pericolose per sopravvivere; ma questo ci costringerà ad una continua rincorsa, in cui gli unici vincitori saranno gli speculatori vaccinali.
          però di qui a proclamare la pericolosità immediata di vaccini che hanno casi avversi perfino inferiori ad altri e il principale difetto di costare poco, ce ne passa.
          di fatto in questo momento questo tipo di strategia sanitaria ha fatto delle aziende BigPharma le padrone del mondo, in grado di sottomettere anche i governi.
          grazie dei tuoi commenti.

          "Mi piace"

  5. Neache tutti i vaccini assieme riuscirebbero a coprire l’attuale domanda. Non so che in che modo questa possa cambiare l’analisi.

    In ogni caso, quello che le persone vogliono non è il vaccino ma la soluzione. Mi chiedo se non si fa prima ad inientare il virus insieme ad un stimolatore del sistema immunitario. Dopotutto siamo pieni di ACE2. Cosa cambia se il primo contatto non avviene tramite i polmoni?

    "Mi piace"

    • caro fla, il tuo commento è troppo sintetico e risulta un po’ criptico; però hai lanciato un amo e sono andato a cercare che cosa sia questa benedetta ACE2. ho trovato un articolo molto interessante della Fondazione Veronesi, che merita un post a parte, dato che apre nuove prospettive di lotta al virus.

      https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/cardiologia/coronavirus-le-due-facce-di-ace2-e-se-proteggesse-donne-e-bambini

      mi spiace solo che questo post non lo scriva tu…

      "Mi piace"

      • L’articolo è un po’ vecchio quindi immagino che la proposta non abbia avuto successo. Però la ritengo interessante. Piazzare tante porte false che portano il virus da nessuna parte. Mi piacciono queste proposte un po’ elaborate dove si cerca di capire come funziona il meccanismo piuttosto che prendere subito il martello (come hanno fatto).

        Il problema dei vaccini che si focalizzano sulla spike credo sia comune. Inutile dire che Pfitzer è più sicuro. In Israele e anche USA c’erano stati già casi di trombosi e più in generale alterazioni della coagulazione. Poi le vaccinazioni sono aumentate non c’è più stato nessun caso (ma dai…). La mia paura è che sia un difetto non eliminabile. Già il Covid19 provoca alterazioni del sangue e la spike (non tutto il virus) potrebbe essere responsabile.

        La mia idea dell’ACE2 va messa in questi termini. Il problema è che il sistema immunitario non è pronto per l’infezione. Ma se io lo allerto artificialmente il giorno prima? Non solo, inietto il virus in una sede dove è presente l’ACE2 ma lontano dai polmoni per evitare che raggiunga quel sito subito e dove il sistema immunitario è forte. Intestino? Una supposta?
        I virus influnezali hanno dei siti dedicati nelle vie aree dove possono replicarsi, ma il Covid19 ha un sito comune a tante parti del corpo. Perché non sfruttare questo suo punto di forza a nostro vantaggio?

        Per il blog, penso di averne già uno. Devo avere scritto sul tuo decine di migliaia di commenti haha.

        "Mi piace"

        • be’, in effetti questo è già il sintetico post che chiedevo.
          quanto ai commenti sei di sicuro il recordman assoluto qui dentro: migliaia sì, decine di migliaia non credo… 🙂

          "Mi piace"

          • Ti presento Vladovid. Chiamato in onore del grande medico del passato… haha. Però se ci pensi, se l’infezione non arriva mai ai polmoni, le persone non diventeranno mai contagiose ma intanto avranno sviluppa anticorpi contro il Covid19. Vaccinazione con il virus stesso, solo fatto arrivare a destinazione dalla porta dietro.

            A parte gli scherzi è sorprendente che nessuno abbia pensato ad applicare il vaccino in maniera diversa. Eppure non tutti vengono iniettati sempre.


            Sarà in caso di ritirarmi con la speranza che qualcuno possa battere il record? 🙂

            "Mi piace"

            • capisco che ti stai divertendo a farmi commenti sempre più criptici, e ti ringrazio perché tieni in allenamento le mie sinapsi in decadenza: ma chi è Vladovid? neppure google mi aiuta…

              (credo che dovrò ritornare su ACE o ACE2, a proposito, avendo capito meglio – ma non da te! – di che cosa si tratta).

              non sono affatto sicuro della tua terapia innovativa, perché mi pare che la forma polmonare sia soltanto una delle forme possibili per il codi, però potresti sempre fare come Jenner, e inocularti tu il virus per primo in qualche parte del corpo dove giudichi che potrà restare innocuo, ma efficace nel produrre anticorpi contro se stesso, quindi praticamente suicidarsi. se ti riesce, passi alla storia e vinci il nobel della medicina.

              – quanto al resto, spero che non mi mollerai anche tu: il nostro rapporto meramente blogghistico è già durato più del mio matrimonio; ti chiedo di avere un minimo di considerazione per l’età e di attendere la sua risoluzione naturale, senza impormi altri traumi oltre a quelli già subiti nel passato, ahhah

              "Mi piace"

              • L’intenzione era quella di associare Vlad l’Impalatore con una supposta nella vana speranza di suscitare qualche risata. Ma ho fallito e dopo aver toccato il fondo forse è meglio andare in esilio haha.

                L’idea non è del tutto sbagliata. Nel pipistrello il virus staziona nel tratto intestinale, mica è un virus delle vie aeree. Hai mai visto un pipistrello starnutire? Comunque come si dice, quando non puoi vincere un avversario, cambiargli il campo per farlo sembrare più piccolo. Detto questo non voglio nessun Nobel, quindi non sono pronto a testare la teoria.

                E poi il Nobel io lo voglio per la Fisica. Infatti sto lavorando ad un universo ad imbuto dove il tempo è un’illusione e la luce è ferma. Roba da farsi rinchiudere in psichiatria e buttare la chiave 🙂 . In ogni caso il blog riprenderà infinite volte. E poi su dai… ormai hai un sacco di partecipanti.

                "Mi piace"

                • che il tempo sia una illusione, o meglio un modo di percepire l’universo, di noi osservatori è un’idea che cammina da Kant a Nietsche (l’eterno presente) a Rovelli.
                  personalmente la collego a quell’altra che, senza osservazione, l’universo sia solamente probabile o virtuale, come diremmo oggi, e cioè privo di esistenza; l’esistenza è un attributo del linguaggio o del pensiero, non della realtà; è soltanto il pensiero che la rende reale, cioè che ha bisogno di pensarla solida e determinata, in una parola esistente; quindi la realtà è altrettanto illusoria del tempo: sono due illusioni parallele che si costituiscono assieme e che peraltro si negano a vicenda: infatti la realtà non appare pienamente reale, se sottoposta al tempo, e il tempo non appare pienamente vero, se riferito a qualcosa che è reale.
                  per l’universo a imbuto, aspetto di leggere il tuo saggio…; faccio fatica a cogliere il nesso, ma il mio cervello invecchia e diventa sempre meno intuitivo, anche a proposito dei giochi di parole…

                  "Mi piace"

                  • Ho collegato alcune osservazioni che avevo fatto in passato e l’immagine complessiva diventa quella di un universo che implode (però se ti trovi al suo interno ti sembra che si espanda). Ecco perché la forma più probabile è quella dell’imbuto. Il tempo non è altro che la prospettiva da cui osserviamo la forma deformata, come un’elastico. È chiaramente più facile riuscire a guardare in una direzione che non nell’altra, per cui vediamo il passato e non il futuro che è già esistente in questo momento. La dimostrazione dovrebbe trovarsi in un fenomeno che sperimentiamo molto spesso, non dico quale. Per il saggio chissà se uscirà mai, almeno in questo universo haha.

                    "Mi piace"

                  • ah… molto bene. Siamo già nel prossimo universo vedo. Dev’essere successa una cosa simile con la simulazione del coronavirus di Bill Gates ahah

                    **grazie delle correzioni

                    "Mi piace"

                    • è l’universo qui di fianco, dietro l’angolo…
                      quello dove succedono i 65 milioni di morti da coronavirus della simulazione di Bill Gates 2019.
                      infatti non è reale. qui non abbiamo ancora centrato l’obiettivo…

                      "Mi piace"

                    • vero, però mancano ancora 6 mesi nel suo scenario. Abbi fede haha

                      Da osservare che la sua Pandemia finisce senza che il virus venga eliminato. Poi comunque lui recentemente ha sostenuto che durerà 5 anni… si vede che ci tiene ad azzeccare il numero di morti.

                      Piace a 1 persona

    • caro raimondo, ogni tanto ci ritroviamo; il tuo post è molto più articolato e documentato del mio. mi trovo a condividere due tue considerazioni fondamentali:

      1) tu citi statistiche che ieri avevo visto anche io, volevo inserire nel mio post e poi non sono più riuscito a ritrovare: Un dato paradossale: nel Regno Unito sono stati somministrati oltre 11 milioni di dosi di Astrazeneca, e tra i vaccinati sono stati rilevati 45 casi di trombosi. Sono stati somministrati anche 11 milioni di dosi del vaccino di Pfizer, e sapete quanti sono i casi di trombosi rilevati? 48,3 in più, ma quello pericoloso tra i due è il vaccino Astrazaeneca, dice la stampa italiana. Perché lo dica non si sa.

      io aggiungerei che non si sa, ma si può immaginare benissimo: queste aziende sono banditesche e mirano al profitto e non alla salute della gente; hanno certamente sguinzagliato i loro scagnozzi per mettere in evidenza il più possibile i casi avversi di una concorrenza in questo caso un po’ meno speculativa di loro; la stampa segue, parte per il basso livello giornalistico, parte per alimentare con la paura le vendite, e parte – probabilmente – anche per qualche benefit fuori busta che arriva agli scribacchini compiacenti.

      mi obietta mio figlio, a tavola, che però i casi di Astrazeneca sono legati ad una specifica forma di trombosi; non ho approfondito, ma credo che si possa trattare di oscillazioni statistiche poco significative rispetto al dato di fondo che esce chiaro dalla situazione inglese e che è quello che ricordi anche tu.

      2) tu dici: Avrei molte cose da scrivere ma appena costruisco una frase possibile mi assale la stanchezza e mi chiedo se ha ancora senso continuare a discutere di queste faccende. è una sensazione molto forte che assale anche me e rischia di spingermi – di spingerci – al silenzio. cerchiamo di reagire e sosteniamoci per la forza dei ragionamenti contro i tweet; rischiamo di predicare nel deserto, ma a giudicare da quel che accadde duemila anni fa, anche questo comportamento apparentemente insensato alla fine acquistò un senso imprevisto.

      grazie mille del tuo intervento. non condividerò la tua conclusione, io non sono affatto disposto a vaccinarmi con qualunque vaccino: esigo che prima mi facciano un tampone per verificare se ho già gli anticorpi oppure no (il dubbio che io abbia avuto il covid a novembre 2019 ce l’ha anche il mio medico di base) e voglio capire chiaramente che cosa succede a vaccinare chi ha già gli anticorpi.

      ma, a parte questa differenza di scelte personali, condizionata anche dallo stile di vita appartato che mi sono scelto già ben prima della pandemia – ed è una scelta esclusivamente individuale, che non mi sento di proporre ad altri che vivono in altri contesti -, facciamo massa come possiamo con la riflessione attiva, anche quando la pensiamo diversamente su punti specifici.

      Piace a 1 persona

  6. Però il ritiro di AstraZeneca un effetto l’ha già avuto, produrre terrore in chi l’ha fatto, preoccupazione in chi non l’ha fatto ma non gli è consentito di scegliere altro. Io ho già fatto la prima dose (con molte perplessità, ma l’ho fatta), ma a quanto pare non è certo faccia la seconda. Se non ci fosse di che lagnarsi potremmo affermare di essere alle comiche finali.

    "Mi piace"

    • bene, se vedi qui sopra il commento di Raimondo Bolletta, capirai che questo terrore è infondato ed alimentato ad arte.
      o quanto meno che la preoccupazione per i possibili avventi avversi non ha nessun motivo di essere superiore a quella del decantato vaccino Pfizer, che ne produce addirittura qualcuno di più, nel silenzio mediatico interessato: e si tratta comunque per entrambi di cifre trascurabili.

      d’altra parte se hai superato indenne la prima dose, non dovrebbe preoccuparti la seconda, sperando che arrivi in tempo utile per risultare efficace.

      Piace a 1 persona

        • io resto convinto che si tratta di un falso allarme, dovuto ad un eccesso di politically correct.

          ho qualche riserve su una lotta al virus centrata sui vaccini, ma questo non mi impedisce di dire che, se scegli questa strada poi devi percorrerla senza incertezze.

          questa vicenda dimostra soltanto che si è scelta una strada vaccinale senza sufficienti garanzie né verifiche: un errore catastrofico il primo, ma un errore catastrofico anche il secondo, perché dopo avere lanciato la campagna non puoi rivelarti insicuro sui suoi effetti.

          "Mi piace"

  7. la verità è che siamo dentro una guerra commerciale e geopolitica sulla pelle della gente… chissà quanti esperti sono protagonisti nel gioco al massacro… meglio sarebbe una meteora giurassica o, le mitiche trombe del giudizio… aspettiamo l’apertura del Settimo sigillo 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...