lo stupidario del covid, 3. B come Bagnasco – 453

la lettera B è particolarmente ricca di cognomi, come ben sa ogni docente che per anni ha fatto l’appello dal registro (io no, chiedevo: chi manca oggi? e rispondevano i compagni, ovviamente; era più veloce).

e oggi alla B troviamo Bagnasco, che scavalca il Bucci di ieri in ordine alfabetico.

ma quale Bagnasco? un altro virologo? no, proprio lui, il caro cardinale, che era anche generale dell’esercito (come cappellano militare): è stato uno dei protagonisti della chiesa berlusconiana, quella che ha cominciato a divinizzare il corpo e la scienza, al posto dell’anima e della teologia.

gli voglio molto bene, perché, come personaggio ricorrente, Bagnasco ha dato molta vivacità sarcastica ai miei blog degli anni passati: guardate questo link che vi elenca i post in cui parlavo di lui fino al 2011: https://corpus0blog.wordpress.com/?s=Bagnasco.

sono due pagine fitte di titoli, e se ne potrebbe perfino fare un opuscoletto, mettendoli in ordine cronologico, se servisse a qualcosa.

. . .

oggi il cardinale Bagnasco ha 78 anni e, promoveatur…, è diventato presidente dei vescovi europei, cattolici, naturalmente: una carica che non so bene a che cosa serva.

ha fatto sapere che sta facendo il covid, in forma molto leggera, ma il vaccino fatto a maggio lo ha protetto, buon per lui.

certo, un malignetto che mi manda la notizia via whatsapp, ironizza sul fatto che doveva essere Dio a proteggerlo, o almeno così si diceva una volta.

io allora contro-ironizzo che “il vaccino è come Dio!”, e quello vero, quello cristiano e cattolico.

. . .

infatti ha tre diverse manifestazioni o persone di una onnipotenza sola: il Padre, Pfizer; il Figlio, Moderna; e lo Spirito Santo, Astrazeneca.

e adesso mi aspetto di essere fatto a pezzi e messo alla gogna per avere offeso la fede di non so chi, con un pochettino di ironia, così necessaria in questi tempi bui, perché in altro modo sorridere non si può.

risposta: ma no! Astrazeneca è stato sostituito da Johnson & Johnson, il vaccino che ti lascia anche i capelli puliti e profumati.

e allora capisco che a me non rimane che affidarmi alla Madonna, il Novavax.

aspetto che lo autorizzino, per vaccinarmi finalmente con un vaccino tradizionale e senza tanti grilli per la testa, che non sparge frammenti tossici di proteina spike nell’organismo, ma normali virus interi resi inoffensivi, che non possono fare danno (o non dovrebbero) e dovrebbero anche resistere meglio alle varianti.

. . .

ma so bene che prima devono smaltire le scorte degli altri vaccini un poco ciofeche.

quindi spero che i più conformisti, o i più obbligati dal greenpass, corrano ai punti vaccinali al più presto, prima che i vaccini scadano, che poi tocca mandarli in Africa tre giorni prima della data di scadenza, per dire che combattiamo le varianti vaccinando anche nel terzo mondo.

ma perché divago con questo umorismo fuori posto?

siamo seri, anche se è serio solo chi sa ridere; e quindi i miei auguri sinceri a Sua Eminenza.

. . .

il conoscente molto pro-vax che aveva vaccinato anche i due figli appena sopra i 12 anni, ha il covid in forma leggera, come il cardinale: lui, la moglie, i due figli, e i tre suoceri viventi.

tutti sette vaccinati, tutti sette ammalati in forma leggera, tutti relegati in casa in quarantena da tre settimane, perché non si negativizzano.

quindi, auguri, al cardinale generale europeo Bagnasco perché non faccia la stessa fine in forma leggera.

e se invocare i vaccini per questo scopo non aiuta, c’è ancora la cara vecchia madonna, se lo ricordi, cardinale…

30 commenti

  1. “ha fatto sapere che sta facendo il covid, in forma molto leggera, ma il vaccino fatto a maggio lo ha protetto, buon per lui.

    certo, un malignetto che mi manda la notizia via whatsapp, ironizza sul fatto che doveva essere Dio a proteggerlo, o almeno così si diceva una volta.

    io allora contro-ironizzo che “il vaccino è come Dio!”, e quello vero, quello cristiano e cattolico.

    . . .

    infatti ha tre diverse manifestazioni o persone di una onnipotenza sola: il Padre, Pfizer; il Figlio, Moderna; e lo Spirito Santo, Astrazeneca.”

    questa mi ha fatto ridere, direi proprio azzeccata 😀

    in generale la situazione mi pare abbastanza chiara.
    abbassare i contagi è dura senza applicare distanziamenti e dpi dove serve, e senza un tracciamento intelligente che individui per tempo i focolai, permettendo di intervenire selettivamente nel territorio o nel quartiere colpito con regolamenti ferrei.
    questo è quello che fanno altri paesi, ma si può fare senza spenderci un sacco di risorse solo se l’epidemia all’interno del paese è ben contenuta.
    quando i buoi sono usciti è difficile riportarli dentro. sarà più difficile nei prossime mesi in cui le condizioni di crescita del virus sono ottimali nel nostro clima con i nostri costumi sociali, questo è certo.

    ora devono (dobbiamo) spendere barcate di risorse e di intelligenza organizzativa per contrastare efficacemente i contagi. un po’ lo si sta facendo dal momento che i numeri dei contagi calano, certificato dal fatto che anche morti e ricoveri sono in calo se pur minimo.
    tuttavia la mia sensazione è che il governo con questa “approccio mediatico” abbia scelto la strada più banale e azzardata, giocandosi quasi tutto sui vaccini ed incrociando le dita.
    se ai vaccinati non si fanno tamponi e si fanno pagare i tamponi ai non vaccinati, di conseguenza si faranno meno test in generale e questo nasconderà molti casi positivi.
    è bello mostrarla sui giornali, la curva dei contagi che decresce, se pur lentamente come in queste settimane. bisogna osservare che ad oggi non risultano meno tamponi, anzi in queste ultime 2 settimane i numeri dicono quasi 300mila tamponi al giorno, molti rispetto alla nostra media, circa il doppio dei tamponi che sta facendo ora la germania ed abbiamo meno della metà di positivi.
    la francia invece fa il doppio di tamponi, l’inghilterra più del triplo: strategie evidentemente differenti.

    comunque mi pare che da noi la tendenza per il futuro sia quella di fare meno tamponi e ciò non è un bene.
    la scommessa che penso stia facendo il governo è che i vaccini, oltre che limitare i contagi (obiettivo in buona parte vanificato se i vaccinati tornano a fare “la vita di prima”), possano soprattutto limitare di molto ricoveri, TI e decessi.
    per questi primi 2-3 (facili) mesi estivi i vaccini si sono comportati bene, ma dobbiamo vedere di quanto limiteranno i danni della prossima nuova marea di contagi, più che probabile se si allentano le briglie.

    il nostro governo vincerebbe la scommessa se il numero di morti rimanesse sotto una certa soglia che non desti scalpore nell’opinione pubblica. se i numeri resteranno “bassi” (rispetto all’anno scorso) avranno ragione loro. spendendo molti soldi, fatica e scontento popolare quei morti si potrebbero ulteriormente limitare, ma chi se ne frega se il pubblico non protesta troppo. forse il compromesso più appropriato per la mentalità del nostro paese.
    perdono la scommessa se il numero di decessi tornerà a schizzare verso l’alto e dovranno riapplicare di nuovo misure di contenimento come l’anno scorso: in tal caso avrete ragione voi “novax”. questi vaccini – tra l’altro somministrati in italia con un certo ritardo concedendoci oggi maggiore protezione rispetto ai paesi che hanno vaccinato in massa ad inizio anno – se non riusciranno a contenere almeno di un quarto i decessi della prossima ondata di novembre/dicembre, saranno da considerarsi deludenti.
    utili, ma deludenti. vedremo, spero di aver torto dal momento che mi sono vaccinato.

    questo il quadro della realtà che vedo davanti, cinicamente parlando.
    ciao 🙂

    "Mi piace"

    • hai fatto una analisi così chiara (e concisa) che ti perdono anche di avermi definito no-vax, mettendomi oltretutto in un confuso “voi”: offesa sanguinosa! 😉 e proprio commentando il post dove ho annunciato al mondo (ansioso di saperlo) che mi vaccinerò con Novavax, appena sarà autorizzato e distribuito.

      ma per replicare anche io sul pungente, che mi dici della ricerca che ha scoperto che una piccola quantità di proteina spike tossica circola per l’organismo, dove viene introdotta dai vaccini a m-RNA?
      io vado a naso, sempre, ma la natura mi ha dotato di un naso quasi monumentale, come sai, per non dirlo aquilino, che rende l’idea, comunque, ahha.

      sempre a naso, io dico che per ora non vedo segni di peggioramento della situazione epidemica in Italia, ma neppure di sostanziale e rapido miglioramento: forse è ancora presto per vedere gli effetti del greenpass? ma ce ne saranno, poi?
      il fatto che ci stanno insistendo tanto mi fa capire che le cose non vanno come si aspettano.
      Draghi è come il giocatore all roulette che si ostina sul nero raddoppiando la posta, ma il nero non esce, ahaha

      hai fatto una buona analisi, ma occorre pur dire che le cose vanno perfino da noi meglio che altrove in Europa.

      valori dei morti del 22 settembre:

      Germania, valore medio 7 giorni: 57 (un po’ più basso del nostro, in proporzione); numero di morti del giorno 114, quasi il doppio; curva in risalita. vaccinati 63,7%, un po’ meno che da noi: 66,4% – ma c’è la campagna elettorale in corso, ci saranno le votazioni domenica e le cose non potranno che peggiorare ancora.

      Francia: valore medio 7 giorni: 69 (un po’ più alto del nostro); numero di morti del giorno 58, equivalente; curva in calo. vaccinati 64,2% un po’ meno che da noi: 66,4%

      Spagna: valore medio 7 giorni: 64 (un po’ più alto del nostro, in proporzione); numero di morti del giorno 102, il doppio; curva in calo. vaccinati 77,1% più che da noi: 66,4% – ma i risultati sono peggiori!

      Regno Unito: valore medio 7 giorni: 139 (più alto del nostro, più del doppio); numero di morti del giorno 166, il triplo; curva in chiara risalita. vaccinati 66,9%, appena più che da noi: 66,4% – ma i risultati sono nettamente peggiori! ed è evidente che la cosa dipende dall’avere eliminato tutte le restrizioni.

      questa breve analisi conferma che la strategia vaccinale funziona solo se combinata con le restrizioni; noi abbiamo adottato la linea di applicarle soltanto ai non vaccinati, ma siccome anche i vaccinati sono infettivi, in una quota importante, non può funzionare bene.

      da questa rassegna risulta evidente che c’è una comune strategia europea che è quella di contenere i morti entro un numero non troppo elevato, di lasciarli scorrere via col contagocce, di sdrammatizzare nell’opinione pubblica, e di incrociare le dita, come dici tu.

      credo che nell’immediato potrà dare qualche risultato, soprattutto nel tranquillizzare i fruitori dell’informazione mediatica: stanno morendo i non vaccinati!!! state tranquilli, peggio per loro, se la sono cercata…

      i veri problemi potrebbero iniziare in Italia verso fine anno (e altrove in Europa, prima), quando l’efficacia della seconda dose diminuirà e allora si farà la terza dose; e nessuno sa se potrà essere l’ultima e dare un immunità definitiva per un certo periodo almeno, oppure no.

      al momento da noi io vedo una diminuzione del numero dei morti, ma non troppo significativa, e non mi aspetto che la situazione cambi radicalmente: sarebbe strano che succedesse soltanto da noi…

      "Mi piace"

        • tu prevedi un boom, Krammer un moderato sboom.

          io sto in mezzo fra voi due, stiracchiato da una parte all’altra, e prevedo più che altro una stasi sostanziale con un moderato declino nell’immediato.

          intanto osservo l’andamento settimanale dei morti, ma al momento mi tengo le mie osservazioni per me: andremo a vedere e a commentare il tutto domenica! 😉

          "Mi piace"

        • rispondo qui su tuo commento in coda:

          “Intanto pare che Krammer abbia avuto ragione su Moderna che come vaccino sembra il più performante”

          botta di culo, rispetto al Pfizer, impressione basata su poco, forse solo perchè era il più “chic” 🙂
          ma non sono stupito della minore efficacia dei vaccini a vettore virale rispetto a quelli a mRNA. e non sarei stupito se anche questo nuovo Novavax alla fine si riveli efficace ma comunque meno protettivo della controparte mRNA.
          speriamo, non ho una gran sensazione…

          per inciso ho diversi amici che si sono fatti il Moderna. Molti di loro lavorano in ambito sanitario o sono parenti o amici di chi ci lavora. Tutti Moderna.
          io ho fatto Pfizer.

          Piace a 1 persona

          • a me non importa se è Novavax è un po’ meno protettivo, mi basta che sia meno potenzialmente dannoso.

            del resto sono abbastanza convinto che fosse in realtà covid quella mostruosa “influenza” durata un mese fra novembre e dicembre 2019 e dopo che avevo fatto il vaccino antiinfluenzale; quindi mi vaccino per potenziare una protezione naturale che probabilmente ho già e che comunque è molto più robusta di quella procurata dal vaccino.

            "Mi piace"

          • Infatti. Eri un fan di Moderna e alla fine hai scelto la concorrenza. Dovrò fare Pfizer anch’io, almeno credo.

            Il mio dubbio non era che il mRNA non potesse risultare migliore delle versioni più tradizionali o a vettore virale ma che la risposta fosse esagerata. Perché sono contento di non morire di Covid ma non per questo dovrei essere felice di morire di qualcos’altro.

            Intanto vedo che con Pfizer 1 su 10 vomita e 1 su 1000 ha la paralisi facciale. Finalmente potrò fare Rocky e gridare: Adriana! 🙂

            "Mi piace"

      • eheh.. la provocazione voleva essere più che altro farsesca.
        non mi appassionano le prese di posizione per principio, ed applicare etichette è sciocco quanto gloriosamente umano.
        i miei occhi vedono una massa maggioritaria di persone acriticamente speranzosa e ottimista – capeggiata da un governo che ha mantenuto Speranza come ministro della salute 😀 – convinta che con i vaccini e poco più che uno schiocco di dita risolveremo il problema (intendo quello sanitario).
        dall’altra parte una massa minoritaria di persone acriticamente ostili e pessimiste sull’uso dei vaccini (intendo di questi vaccini che ci sono ora in italia, genetici).
        mi sembra che le persone sentano l’irresistibile impulso di schierarsi e contrapporsi, non si riesce a farne a meno.
        questo è il quadro che vedo davanti e che trovo ridicolo, energie che potrebbero essere spese meglio.

        anche il mondo accademico-scientifico, che come la politica non è altro che lo specchio della società e del nostro modo di pensare, è in una situazione analoga, si comincia pure a sentire odore di censura, non bastasse la chiusura al confronto.
        quando domina l’incertezza e la paura, ecco che l’umanità aspira al dogma anzichè al dialogo.

        ——————

        se aspetti di vaccinarti con Novavax temo non ti vaccinerai prima dell’autunno 2022, ma è solo un impressione potrei dire cazzate. dipende secondo me da quanto bene funziona: se andrà molto bene lo metteranno sul mercato presto come i precedenti genetici, senza troppa sperimentazione. magari i più fortunati betatester potrebbero cominciare a vaccinarsi già ad inizio primavera, ma quante dosi ne potranno produrre e distribuire nel mercato mondiale? l’orizzonte mi sembra la prossima estate.
        e se non andrà così bene o evidenzierà effetti di cui sospettare i tempi si allungheranno.

        cmq l’aspettativa su questo vaccino è un’altra cosa che trovo curiosa: artificiale quanto i genetici ad mRNA, ma basato su proteine anziché sul loro codice genetico. stessa logica dei vaccini tradizionali, ma ingegnerizzato artificialmente.
        sul sito dell’oms leggo che il Novavax è finanziato dalla fondazione Gates, hanno raccolto più soldi che AZ, J&J e Moderna.
        a leggere le news lo stanno a quanto pare unendo con un altro vaccino influenzale, vorrebbe diventare il nuovo vaccino stagionale dell’infuenza-covid per i prossimi anni, da quanto intuisco.
        comprendo che se si è spaventati dalle incognite dei genetici istintivamente verrebbe da prendere qualsiasi alternativa che non presenti queste incognite. ma ripeto non è un vaccino tradizionale basato sul virus, è artificiale tanto quanto i genetici. io francamente credo che abbia un livello di incognite analogo, non mi ci butterei a occhi chiusi appena uscirà. così come ho aspettato l’estate prima di decidermi di vaccinarmi con i genetici. per quello che vale la mia opinione, s’intende.
        dai se verrà messo sul mercato molto presto sarà senz’altro sicuro quanto i genetici 🙂

        copio incollo dalla wiki inglese tradotta:

        —————–

        spiegati meglio invece su questo, o dammi una fonte:

        cosa significa una spike tossica? che sono tossiche in generale tutte le spike o c’è qualche tipo particolare di spike più tossica di altre?
        se c’è qualcosa che NON introduce fisicamente la spike nel nostro organismo sono i vaccini genetici, compreso quelli a mRNA. invece tutte le altre tipologie di vaccino introducono la spike direttamente.
        i genetici introduco l’informazione, il codice genetico della spike, trasmesso alle nostre cellule è li che vengono create, non sono introdotte dal vaccino sono prodotte dal nostro organismo.

        le spike sono tossiche? non mi stupisce, se sono antigeni contrastati dal nostro sistema immunitario bene non fanno 🙂
        le spike introdotte o indotte dai vaccini sono brutte e cattive quanto quelle del virus, ma a differenza del virus queste non si riproducono e dunque la loro pericolosità è più che limitata. interagiscono con l’organismo, sono riconosciute dai leucociti e per lo più vengono neutralizzate, il resto degrada. così funziona qualsiasi vaccino, introducendo gli antigeni caratteristici dei virus.

        —————–

        sono d’accordo con te nel dire che l’Italia si sta comportando bene rispetto ad altri paesi europei.
        volevo suggerirlo nel precedente intervento ma non sono stato esplicito.
        molti grossi paesi europei hanno patito una sostanziale ondata post vaccino, qualcuno più piccolo invece non l’ha sfiorata. l’italia si vede che è stata colpita a metà luglio, come molti altri paesi, ma da noi i contagi sono rimasti contenuti, sostanzialmente costanti per un mesetto e da settembre in lieve decrescita.
        la situazione attuale la trovo anzi sorprendente, significa che in un modo o nell’altro qualcosa ha funzionato, qualcosa abbiamo contenuto. quanto sia dipeso dal vaccino e quanto dalle dinamiche sociali è difficile dirlo. considerato che in altri paesi europei con analoga copertura vaccinale il picco dei contagi è stato ben più alto del nostro, verrebbe da concludere che la componente sociale da noi sia stata determinante nel contenimento. questo è di buon auspicio, anche perchè non mi pare ci fossero granchè controlli in questi mesi estivi.

        ma l’impressione sul futuro è negativa, aleggia questa sostanziale diminuzione di controlli ed è scontato che il virus tornerà a presto bussare con una nuova ondata. i contagi decrescono di poco e in qualsiasi momento potrebbero tornare a schizzare verso l’alto. temo questo, non sono affatto ottimista dal punto di vista dei contagi. penso che ci sarà un altro boom e mi auguro che non ricalchi quello dello scorso anno.
        quello che credo, per cui sono ottimista, è che se i nuovi contagi non supereranno quelli dello scorso inverno, il numero di morti sarà sostanzialmente minore. di quanto lo scopriremo, e questo a mio avviso decreterebbe l’efficacia concreta dei vaccini.
        anche se si possono nascondere una gran fetta di nuovi casi ad esempio diminuendo i tamponi, i morti in Italia non si nascondono facilmente. i decessi sono il parametro di riferimento, come le terapie intensive. se la mortalità per nuovo caso dovesse crescere rispetto alla media dello scorso inverno, significherebbe che ci sono un sacco di positivi non rilevati in più rispetto allo scorso anno. non dice bene sull’efficacia dei vaccini ma dice certamente malissimo sull’operato del governo.
        viceversa, se il rapporto tra mortalità e nuovi casi dovesse crollare rispetto allo scorso inverno, significa che i controlli sarebbero migliorati e/o che i vaccini hanno funzionato bene.
        come scrivevo, per me sarebbe un ottimo risultato se questo inverno, con un numero di contagi che potrebbe anche essere analogo allo scorso, alla fine risultassero in proporzione un quarto dei morti o meno.
        sono cautamente ottimista solo per quanto riguarda la riduzione del danno, non dell’andamento prossimo dei contagi.
        temo la situazione in cui i morti non superano i 200 al giorno di media con 20mila nuovi contagi medi identificati: una situazione limite in cui il governo con un po’ di manipolazione mediatica potrebbe dichiararsi soddisfatto, mantenendo consenso.
        un risultato sotto le aspettative per i vaccini ed un disastro governativo sarebbe, altroché.
        è quella la strada che temo e che probabilmente si realizzerà. sai che devo sempre sparare sempre qualche numero, qualche proporzione 🙂

        "Mi piace"

        • a) ho letto che Novavax dovrebbe essere autorizzato a fine anno, ci conto; non sto facendo la politica di Bertoldo quando doveva scegliere l’albero a cui farsi impiccare.

          b) “Malone, censurato immediatamente da Linkedin e Youtube, sostiene che la proteina spike del vaccino potrebbe circolare nell’organismo dei vaccinati e non fermarsi nei pressi del sito di inoculazione (linfonodi regionali, ascella), come invece ritenuto.
          vi sono tuttavia studi precisi che l’hanno rilevata in diversi altri tessuti, in particolare della milza e dell’occhio, sia pure a livelli bassi: https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/07/04/usa-uno-degli-scienziati-dellrna-messaggero-denuncia-censurato-da-linkedin-dopo-aver-espresso-preoccupazione-sulla-trasparenza-del-governo-rispetto-ai-potenziali-rischi-dei-vaccini-la-polemic/6249833/.
          secondo altri studi la proteina spike potrebbe risultare tossica ed essere causa soprattutto di disturbi neurologici.”
          https://corpus2020.wordpress.com/#:~:text=lo%20stupidario%20del%20covid%2C%202.%20B%20come%20Bucci%20%E2%80%93%20451
          ma sta a vedere che sono vittima di qualche bufala.,.
          comunque non mi hai dato nessuna fonte, solo affermazioni tue.

          c) sorry, sui vaccini a m-RNA la mia generica diffidenza iniziale è diventata una avversione completa e radicata, che confina ormai col pregiudizio consolidato e con la fede (contraria). ammetto di essere oramai impermeabile agli argomenti altrui e di fidarmi soltanto dei miei: d’altra parte ci sono anche esigenze di risparmio energetico mentale: non ne farò mai uno.

          d) mi pare che non hai mai messo a fuoco i motivi della mia diffidenza prima e del mio rifiuto oggi dei vaccini a m-RNA; indubbiamente esisteranno anche contro-indicazioni rispetto a Novavax e ad altri vaccini, come ne esistono per ogni medicinale, anche se la massa pensa che tutti siano pozioni magiche e miracolose che risolvono i problemi senza crearne altri, quindi prendo atto di chi lo produce, dei possibili ritardi e delle possibili controindicazioni, ma non scalfiscono la mia scelta, al momento; ma se diventeranno argomenti più solidi eviterò anche Novavax, ma non per questo farà Pfizer o Moderna, soprattutto per non rischiare di entrare in un circolo di vaccino-dipendenza, come sembra possibile al momento.
          ma non è che per caso tu hai deciso fin dall’inizio di schierarti a favore dei vaccini a m-RNA? sinceramente, saresti disposto tiu a cambiare idea su di loro?

          e) faccio di tutto per non schierarmi a priori; spero anche di riuscirci almeno nelle linee fondamentali.

          la seconda parte del commento riguarda le previsioni, ma penso sia meglio dedicarle un commento a parte…

          "Mi piace"

      • il sistema mi ha cancellato le due citazioni che avevo fatto, d’oh!

        ricopio qui il link da wiki tradotto dall’ingrese:

        “NVX-CoV2373 [Novavax, ndk] è stato descritto sia come vaccino a subunità proteica [20] [21] [22] che come vaccino particellare simile a un virus , [23] [24] sebbene i produttori lo chiamino un “vaccino ricombinante a nanoparticelle”. [25]

        Il vaccino viene prodotto creando un baculovirus ingegnerizzato contenente un gene per una proteina spike modificata di SARS-CoV-2 . La proteina spike è stata modificata incorporando due aminoacidi prolina per stabilizzare la forma di prefusione della proteina; questa stessa modifica 2P viene utilizzata in molti altri vaccini COVID-19. [26] Il baculovirus infetta quindi una coltura di cellule di falena Sf9 , che creano la proteina spike e la visualizzano sulle loro membrane cellulari . Le proteine ​​spike vengono quindi raccolte e assemblate su una nanoparticella lipidica sintetica di circa 50 nanometri di diametro, ciascuno dei quali mostra fino a 14 proteine ​​spike. [20] [21] [25]

        La formulazione include un coadiuvante a base di saponina . [20] [21] [25]”

        l’altro quote era tuo:
        ” che mi dici della ricerca che ha scoperto che una piccola quantità di proteina spike tossica circola per l’organismo, dove viene introdotta dai vaccini a m-RNA?”

        "Mi piace"

        • rinuncio a leggere la citazione del primo link: purtroppo io volo molto più basso ed è inutile che legga quello che non capisco.

          non mi pare tuttavia che quella fosse la risposta alla mia domanda: i vaccini a m-RNA producono proteina spike isolata, in se stessa tossica, che per l’1-2% riesce a circolare nell’organismo; se la proteina spike è bene incastrata in una struttura virale più ampia, non è in grado di produrre questi effetti negativi.

          sto leggendo i commenti in ordine cronologico inverso e vedo che la risposta è nel commento precedente. passo quindi a quello.

          "Mi piace"

  2. Originalissima la preghiera! Forse forse funziona 😁
    Anch’io sarei propensa per il Novavax, o anche per quello italiano (ReiThera) che pure dovrebbe essere tradizionale, ma guarda caso si son fermati nel portarlo avanti perché mancano i fondi… capito? Mancano i fondi… e forse forse la sperimentazione la concluderanno all’Estero.

    "Mi piace"

    • mancano i fondi per produrre un vaccino italiano, ma non mancano certo per comperare quelli americani o USA-Germania a prezzi esosi, dopo avere bloccato quello russo e i cinesi.
      così va il mondo, cara Maria, e noi siamo necessariamente succubi, cioè sudditi.

      Piace a 1 persona

        • a me non pare dubbio che, come stato, come governo e come popolo siamo più filo-americani e abbastanza anti-cinesi.

          al contrario io sono più filo-cinese che filo-americano; forse perché ho avuto alcuni amici cinesi, conosciuti in Cina, ma nessun amico americano conosciuto in America.
          o forse soltanto per snobismo?
          o forse perché c’è una base americana con le atomiche a 50 km da casa mia e nessuna cinese?
          ma nella sostanza perché la politica estera cinese mi piace più di quella americana, che è come dire che la cultura cinese mi piace di più di quella americana.

          Piace a 1 persona

          • Capisco 👍 è che con Conte vidi una certa vicinanza con la Cina e ricordo le diverse volte in cui Grillo andò a visitare l’ambasciata cinese… mi pare anche Di Maio.
            Eh, certo gli americani hanno le loro “belle” basi qua da noi, si interessano pure del Vesuvio e del suo andamento 🧐 . A volte intanto ho letto testimonianze di napoletani che vissero i bombardamenti americani prima di essere “liberati” da essi e insomma non se la sentirono di applaudirli al loro arrivo sul territorio. Per quanto ne sappia della Cina, personalmente, non sono né per l’una né per l’altra.

            "Mi piace"

            • io dico solo che mi oppongo in ogni modo alla demonizzazione della Cina, che non ha nessuna voglia di imporre il suo modello sociale al resto del mondo (a differenza degli americani!), e del resto sarebbero stupidi a farlo, sia perché non è facilmente esportabile, sia perché funziona piuttosto bene in termini di efficienza e i cinesi preferiscono tenerselo per sé, per non favorire troppo la concorrenza.

              contro la Cina viene condotta una campagna mediatica del tutto simile a quella che cerca di colpire le cure del covid alternative al vaccino, non posso fare altro che cercare di oppormi e di demistificarla.

              in realtà, secondo me, all’Europa conviene diminuire la dipendenza dall’America e assumere piuttosto una posizione intermedia fra le due superpotenze del mondo di oggi, senza dimenticare che poi la principale potenza economica siamo ancora noi, al momento, se riuscissimo a parlare con una voce sola.
              ma un ?Europa che non riesce ad unificarsi sarà sempre più fragile e colonizzata.

              Piace a 1 persona

              • Il fatto che ci vogliamo “americhezzare” è vero, così come in America vorrebbero imitare alcuni cibi italiani, ma questo è un po’ ovunque… non ti dico una pizza in Germania come faceba impressione rispetto alla Regina Napoletana 😁

                È vero pure che si fa una certa campagna contro la Cina. Poi, farei parlare un cinese per sapere effettivamente se si trova bene con quelli che li governano.

                Ci sta anche il tuo pensiero sul diminuire la dipendenza dall’America da parte dell’Europa 👍 . A proposito dell’Europa, a volte sento e leggo di italiani che ai dicono “europeisti”… tu la senti questa appartenenza? Io no 🤔

                P.S.: una parentesi rispetto ai tamponi, non so se hai letto la notizia che risale a ieri: https://www.ilgiornale.it/news/politica/fico-si-decide-sul-green-pass-i-tamponi-ai-deputati-li-paga-1977240.html

                "Mi piace"

                • non mi parlare di pizze e pastasciutte in Germania, ci sono vissuto sette anni.
                  e una volta, in Austria, mi portarono la pasta con la marmellata!!!

                  quanto al dialogo con un cinese, ne avevo uno aperto fino a poco tempo fa, per via social: tra l’altro un interprete cinese- italiano. ora è un po’ di tempo che non ci sentiamo. ma di sicuro non esprimeva nessun tipo di disagio particolare, come del resto non lo farebbe con uno straniero forse neppure uno di noi. certamente è una persona piuttosto semplice, ma contatti simili, durati qualche tempo, ho avuto in passato anche con altri giovani cinesi, conosciuti nei miei viaggi lì. e tutti mi permettono di dire che la rappresentazione dei cinesi infelici sotto l’oppressione del regime è totalmente leggendaria.
                  e non è che io sia uno stupido che non sa coglierla. l’ho sentita bene in Siria nel 2003, in Libia nel 2010, e in parte anche a Cuba nel 2014.
                  in Cina no – con l’eccezione, forse di Hong Kong, ma è un mondo a parte, effettivamente.
                  ma la psicologia dei cinesi è molto particolare e ben diversa dalla nostra, e del resto vivono positivamente l’uscita nel giuro di due generazioni dal sottosviluppo e la trasformazione in potenza mondiale, come potrebbe essere diversamente?
                  (ho diversi video sulla Cina sul mio canale Youtube…, e diversi documentano questa vita serena della popolazione locale.
                  ti metto un link ai video sulla più bella città della Cina che ho visto, ma non pretendo certo che tu te li guardi… https://www.youtube.com/user/bortocal/search?query=Hangzhou
                  e questo ad una città del sud, meno bella e per così dire molto più normale…:
                  https://www.youtube.com/user/bortocal/search?query=Kunming

                  quanto al sentirsi europeisti, cresciuto da bambino in Sued Tirol, in un contesto bilingue, certamente non mi sento é completamente italiano né tantomeno germanico, per cui, sì, mi sento più europeo che italiano.

                  Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...